Win 98 Ultima frontiera

vbimport

#1

Diario del capitano Data astrale 9801.1
Da qualche tempo stiamo sperimentando alcuni problemi con il computer dell’Enterprise.
A quanto pare, i problemi sono causati da conflitti del nuovo sistema operativo fornitoci dalla Flotta stellare con l’astronave.
Il signor Spock sta comunque facendo del suo meglio per risolvere la situazione.
Kirk: Signor Spock, come stiamo andando?
Spock: Non molto bene, capitano. A quanto pare, il nuovo sistema operativo ha sovrascritto con nuovi comandi tutta la memoria dei computer dell’Enterprise.
Kirk: E ora che cosa sta facendo?
Spock: Da quello che ho capito, sta tentando di riconoscere tutti i componenti dell’astronave.
Kirk: Sullo schermo. Lo schermo centrale dei ponte di comando si accende, mostrando una scritta “Attendere: riconoscimento nuovo hardware in corso”.
Sulu: Capitano, ricevo un messaggio dal sistema di navigazione. Sembra che ci siano problemi con il nucleo a curvatura.
Kirk: Che genere di problemi?
Sulu: Sembra che il computer non riconosca il nucleo a curvatura. Lo sta configurando come una… locomotiva a vapore!
Kirk: Locomotiva… a vapore?
Spock: Si tratta di un antico mezzo di locomozione, capitano, usato sulla Terra sino alla metà del ventesimo secolo.
Kirk: So cos’è una locomotiva, Spock. Ma non capisco perché il computer ne debba vedere una in sala motori.
Entra Scott.
Scott: Capitano, quel maledetto computer sta ficcando il naso nella mia sala macchine. Si ostina a dire “Memoria insufficiente per eseguire l’applicazione”.
Io ho cercato di fargli capire che non voglio eseguire delle “applicazioni”, ma non mi ascolta.
Kirk: Torni giù, Scotty, e veda quello che riesce a fare.
Scott: Vado, capitano, ma quello è una testa dura, e glielo dice uno che ne ha viste tante.
Scott entra nel turbo ascensore e se ne va.
Kirk: Signor Spock, a quando risale l’ultimo segno di vita del computer? Vita intelligente, voglio dire.
Spock: Bè, se si può parlare di vita… Quando ha scritto “Si vuole procedere con l’installazione di Windows 98? Si/No”.
Sulu: Signore, un nuovo messaggio dal computer.
Sullo schermo è apparsa la scritta: Impossibile accedere alla sala motori: periferica non pronta.
Kirk: Scotty, che sta succedendo laggiù?
Voce di Scott: Lo dica lei a me, capitano. Sembra che il computer abbia isolato i cristalli di dilitio.
Kirk: Uhura, chiami il numero verde della Flotta stellare e chieda istruzioni su come disinstallare il nuovo sistema operativo.
Uhura: Capitano, tutte le nostre linee di comunicazione sono occupate!
Sembra che il computer stia cercando di entrare in contatto con una entità aliena.
Kirk: Che genere di entità aliena?
Uhura: Non saprei signore. Il computer la definisce solo come “The Microsoft Network”.
Spock: Capitano, forse ho trovato il modo di far ripartire il computer con il vecchio sistema.
Kirk: Sullo schermo.
Appare una immagine della Terra a falsi colori , prevalentemente rosso, giallo e grigio. Agli angoli dello schermo c’è la scritta Modalità provvisoria.
Kirk: Spock, che significa?
Spock: Siamo ripartiti con una configurazione minima, capitano. Tutti i ponti sono stati esclusi.
Chekov: Capitano, abbiamo un problema con il teletrasporto!
Kirk: Anche questo! Che succede?
Chekov: Stavamo teletrasportando dalla Terra il commodoro Decker, ma il computer ha interrotto il trasferimento.
Sullo schermo si apre una finestra con la scritta: Problemi con il collegamento. La voce “Commodoro Decker” a cui il collegamento si riferisce è stata cancellata o spostata. La voce più vicina per dimensione, data e tipo è “C:\Windows\Desktop\msie41.exe”. Riferire il collegamento a questa voce? Sì/No.
Kirk: Ma che vuol dire?
Spock: Credo che il computer stia proponendo uno scambio tra il commodoro Decker e un browser internet.
Kirk: Un browser? Ma è illogico!
Spock: Per una volta, capitano, mi trovo d’accordo con lei,
Entra McCoy.
McCoy: Jim! Il computer è impazzito! Si rifiuta di farmi entrare in infermeria chiamandomi “periferica” e dicendo che non sono pronto o non sono collegato!
Kirk: Abbiamo qualche problema, Bones. Ma stiamo lavorando per risolverlo.
McCoy: Vedete di fare in fretta, allora. Che diamine, sono un dottore, non una periferica!
Spock: Vede, dottore… Per il computer, o meglio, per il sistema operativo, lei e una periferica siete la stessa cosa.
McCoy: Mi stia a sentire, specie di elfo mal riuscito. Se lei riesce a capire così bene quel dannato computer, gli dica di lasciarmi entrare nella mia infermeria. E gli dica anche che i miei pazienti non possono essere spenti e riaccesi!
Kirk: Come?
McCoy: Già ! Quella stupida macchina si ostina a dire che non riceve alcuna risposta dai miei malati, anche perché stanno dormendo, e suggerisce di provare a “spegnerli e riaccenderli”!
Kirk: Spock, ha consultato il manuale di installazione?
Spock: È stata la prima cosa che ho fatto appena si è verificato un problema, capitano. Ma nella sezione definita “Risoluzione dei problemi” il manuale dice molto poco.
Kirk E cioè?
Spock: “Per ogni altro problema, consultare la Guida in linea”.
Kirk: E la Guida in linea cosa dice?
Spock: “Le informazioni contenute in questa sezione della risoluzione dei problemi non consentono di risolvere il problema. Per ulteriori informazioni, consultare la documentazione dell’hardware oppure contattare l’assistenza tecnica dei fornitore dell’hardware”.
Kirk: E secondo lei cosa significa?
Spock: Credo che significhi che dobbiamo contattare la Flotta stellare.
Kirk: Ma non possiamo. La sua logica cosa le suggerisce di fare?
Spock: La mia logica, capitano, mi aveva già suggerito di non installare Windows 98. Ma la Flotta stellare ha insistito. Hanno detto che solo così potremo avere dei nomi lunghi.
Kirk: Nomi… lunghi?
Spock: Sì, capitano. Nomi composti da più di otto caratteri. Come avrà sicuramente notato, nessuno sull’Enterprise ha un nome più lungo di otto caratteri.
Kirk: Già … e me ne ero sempre chiesto il motivo.
Sulu: Ma, signor Spock, l’Enterprise ha un nome di ben dieci caratteri!
Spock: Questo è vero, signor Sulu. Ma si tratta di una etichetta di volume. Gli esseri umani, come lei saprà bene, non dispongono di etichette di volume.
McCoy: Sono un dottore, non un volume!
Uhura: Capitano, sono riuscita a contattare qualcuno!
Kirk: La Flotta stellare?
Uhura: No, capitano. È la Reliant. Sembra che anche loro abbiano dei problemi con il computer.
Kirk: Che cosa dicono?
Uhura: Bè… Mi ha risposto il loro computer e mi ha chiesto di inserire il nostro indirizzo IP per avviare la connessione di Accesso Remoto.
Kirk: Spock, abbiamo un indirizzo IP?
Spock: Certo, capitano, come tutte le navi della Federazione.
Kirk: E non lo possiamo trasmettere al computer della Reliant?
Spock: Purtroppo no. Vede. la Flotta stellare non ce lo ha ancora comunicato.
Chekov: Capitano! Vascello Klingon in avvicinamento!
Kirk: Allarme rosso! Signor Chekov, a che distanza sono?
Chekov: Non saprei dirlo. I nostri sensori sono bloccati… Capitano! I Klingon si sono fermati!
Kirk: Cosa stanno facendo?
Spock: Sembra che sul loro computer si sia avviato un programma denominato “Utilità di deframmentazione dischi”. Probabilmente si tratta di un nuovo tipo di arma.
Chekov: Capitano! Ci attaccano! Un’esplosione scuote l’Enterprise.
Kirk: Sulu, qualche danno?
Sulu: Niente di grave. Solo dei feriti sul ponte sette.
Kirk: Ma cosa è successo?
Spock: Pare che “Utilità di deframmentazione dischi” abbia causato un danno irreparabile al loro nucleo a curvatura. In pratica, si sono autodistrutti…
E, capitano…
Kirk: Sì, Spock?
Spock: Anche loro avevano installato Windows 98.
Kirk: Allora, anche l’Enterprise è condannata!
Spock: Forse no, se noi non avviamo le nostre utilità di sistema.
Voce di Scott: Capitano! Qui è saltato tutto!
Kirk: Mantenga la calma, Scotty. Che succede?
Scott: E che ne so? Tutti gli schermi sono blu e segnalano che si sono verificati degli errori irreversibili!
Dicono di premere CTRL+ALT+DEL!
Uhura: Capitano! Ricevo una chiamata!
Kirk: Sullo schermo! “IO SONO BILL GATES DEI MICROBORG LA RESISTENZA È INUTILE.”
È ora possibile spegnere il computer.


#2

Che fai ??
Riporti pari pari storielle scritte due anni fa su BastardiDentro??


#3

Mi sembrava di averlo già letto ,bravo Minamoto…
E’ tutto molto bello ma sarebbe meglio se fosse citata la fonte …

Originally posted by Minamoto Kobayashi
Che fai ??
Riporti pari pari storielle scritte due anni fa su BastardiDentro??

___________Ziopino ciao’sss__icq:#68876294#__Email: sonoioloziopino@email.com__________


#4

… di arrogarmi la paternità di questa storia, difatti non vi sono commenti.

Noto una certa suscettibilità stasera…

La fonte è la stessa di quella foto relativa al post di windows xp, ovvero…

http://www.bastardidentro.com/load.php?pid=98


#5

…e l’ho postata, tutto qui!


#6

Di quella fonte è carina anche questa…anche se un pò ripetitiva e retorica!!!

Come capire quando stai facendo troppo uso della posta elettronica:

Ti svegli alle 3 di mattina per andare in bagno e ti fermi a controllare la posta prima di tornare a letto.

Ti fai un tatuaggio che dice: “This body best viewed with Netscape Navigator 3.0 or higher”.

Dai ai tuoi bambini i nomi Eudora, Mozilla e Pegasus.

Quando spegni il modem ti assale una sensazione di vuoto come se avessi lasciato una persona che amavi.

Passi meta’ del tuo volo con il portatile sulle ginocchia ed il tuo bambino nel portabagagli.

Decidi di rimanere all’universita’ ancora per un paio di anni, giusto per l’accesso gratis ad Internet.

Ridi come un pazzo se uno ti dice che usa un modem a 28.800 baud.

Inizi ad usare le faccine anche nella posta normale.

Il tuo hard disk ha avuto un crash. Non ti sei collegato ormai da due ore. Inizi ad agitarti. Prendi il telefono e componi il tuo numero di accesso. Provi a mugolare in modo da comunicare con il modem … e ci riesci.

Inizi a scrivere com dopo ogni punto, mentre usi un programma di scrittura.

Cominci a chiamare l’andare in bagno “downloading”.

Cominci a presentarti come PincoPallino chiocciola aol punto com.

Tutti i tuoi amici hanno una @ nei loro nomi.

Il tuo gatto ha la sua home-page.

Non puoi chiamare tua madre … non ha il modem.

Controlli la tua posta. Ti dice “Nessun Messaggio”. Pensi: “Non e’ possibile” e ricontrolli la tua posta.

La tua bolletta del telefono ti viene recapitata in una scatola davanti alla porta.

Non sai di che sesso siano i tuoi tre piu’ cari amici, perche’usano diminuitivi e non glielo hai mai chiesto.

Dici al tassista che abiti all’indirizzo http://14.galileo.viale/casa.htm.

Inizi a piegare la testa di lato quando ridi.

L’unico momento che lasci il tuo PC è per guardare in TV “c’è posta x te”

Se manca la corrente costringi tua madre ha pedalare anche 3 ore per alimentare il tuo pc

nmarco