Tutto in una partizione

Salve, nel mio pc ho sistemato una partizione che deve che mi servirà per la masterizzazione di cd\dvd.
La grandezza è di 10 Gb.
Calcolando il fatto che i lavori avverranno, come da voi suggerito, tramite l’immagine su disco, che vorrei anche installare Nero nella stessa e che il mio masterizzatore è monostrato, che cosa mi dite sulla grandezza?

È sufficente? O è meglio aumentarla?

Grazie.

Creare una partizione per masterizzare ha un’utilità reale solo se si trova su un disco fisicamente separato da quello in cui si trovano il sistema operativo e i programmi.

Installare il nero in quella stessa partizione rende inutile il tutto :slight_smile:

Se non disponi di un disco rigido separato per fare questo è inutile creare una partizione separata, che serve solo a stressare maggiormente la meccanica del disco rigido.

Comunque 10GB sono più che sufficienti visto che la capacità massima di un DVD a doppio strato non supera gli 8GB :slight_smile:

Giustissima l’osservazione di geno…tuttalpiù quella partizione potrebbe essere destinata, che so, alle foto o a documenti abbastanza importanti, così, qualora un virus attaccasse la partizione principale i dati sull’altra rimarrebbero integri. :iagree:
Io ho creato diverse partizioni per i video, il file di swap e le cache dei programmi, ciascuna su un HD diverso (ne ho 3)…in particolare lo swap l’ho messo sulla prima partizione (5 GB) del master secondario, e questo è molto importante nell’elaborazione di foto.:iagree:

Raddoppia la partizione 10 gb non sono sufficienti.
Se ti capita di salvare prima i file su disco e poi masterizzarli puo’ succedere che a volte ci sia bisogno di spazio per file temporanei o di spazio per creare un’immagine. Ad esempio se devi farci qualche lavoro di codifica.
Non si sa mai

L’idea di mettere anche Nero in quella partizione partiva dal presupposto che poi avrebbe fatto i suoi lavoretti lì.

Oppure (ammesso che sia possibile) sono io che devo indirizzarlo a mano?

Ho stabilito la dimensione della partizione partendo dal fatto che lo uso per le copie di salvataggio dei miei cd\dvd, quindi 4,7+4,7=9,4 Gb, ci ho pensato dopo ad aggiungere anche lui.

Se serve la posso aumentare.
Considerate che quando devo fare quel lavoro faccio solo quello.
Considerate anche che nel pc c’è anche un altro HD (40Gb), recuperato da un portatile (quindi a 5400 giri), che ho appena installato Xubuntu con l’intenzione (se possibile) di eliminare Windows.

Man man che prenderò familiarità con Linux spariranno minimo 2 o 3 delle 8 partizioni (più le altre due per Linux) in cui i dischi sono suddivisi.

Quando tutto sarà assestato potrò adibire parte del disco da 2,5 a quel compito, non credo che i 5400 giri pregiudichino qualcosa, il masterizzatore è più lento.

Grazie

La posizione dei file temporanei di nero può essere specificata manualmente nelle opzioni del programma (almeno nella versione 6 che è l’ultima che ho usato io era così).

Rimane il fatto che non conviene tenere i file temporanei nella partizione che dovrà servire come sorgente dati per la masterizzazione. Se i file temporanei vengono messi nella stessa partizione che conterrà i file da masterizzare, quella partizione si frammenterà in brevissimo tempo, il che rende inutile l’uso di una partizione separata.

Inoltre, se la partizione per masterizzare non si trova su un disco fisicamente separato, il risultato è che le prestazioni del disco verranno peggiorate.

Anche se mentre masterizzi non fai nulla col computer, il sistema operativo periodicamente legge/scrive sul disco (è inevitabile: fa parte del modo di funzionare del sistema operativo). Se la partizione per masterizzare si trova sullo stesso disco fisico in cui è localizzato il sistema operativo, se quando masterizzi il sistema operativo ha bisogno di leggere e/o scrivere file sulla partizione C: o da qualsiasi altra parte è inevitabile che questo stresserà enormemente la meccanica del disco, che dovrà soddisfare le richieste del sistema operativo e del software di masterizzazione contemporaneamente.

Se la partizione per masterizzare poi è localizzata a distanza dalla C:, lo stress sulla meccanica sarà enorme visto che la testina dovrà fare continuamente avanti e indietro per fare il lavoro richiesto dal sistema operativo e per raccattare i frammenti dalla partizione per masterizzare che devono essere inviati al software di scrittura sul CD/DVD.

Quindi, lo ribadisco ancora una volta, questo discorso di creare una partizione dedicata esclusivamente a contenere i file da masterizzare funziona solo se si dispone di un disco fisicamente separato su cui creare la partizione. Altrimenti non solo diventa inutile, ma anzi peggiora pe prestazioni del sistema e mette a dura prova la resistenza del disco rigido.

Per quanto riguarda le dimensioni della partizione, secondo me 10GB sono più che sufficienti visto che al massimo un DVD (quello a doppio strato ovviamente) può contenere 8GB di dati. Comunque se vuoi crearne una più grande va bene lo stesso :bigsmile: