Sarà vero

vbimport

#1

CD a prova di copia: rieccoli
Charley Pride, veterano della musica country, sta per rilasciare il suo ultimo album dopo averlo trattato con tecnologie di protezione che impediranno, pare, di copiare il contenuto del CD su altri supporti
16/05/01 - News - Nashville (USA) - L’ultimo album di Charley Pride, vecchia gloria della musica country americana, potrà essere acquistato dai suoi fan nel tradizione compact-disc. Ma, una volta a casa, chi lo avrà comprato non potrà duplicarlo facilmente né distribuirlo al mondo con i sistemi di file-sharing.
Questo, almeno, è quanto spera l’etichetta discografica Music City Records che ha fatto ricorso ai sistemi della SunnComm per realizzare il CD “a prova di copia”. Il disco, “A tribute to Jim Reeves”, è sottoposto alle tecnologie di cifratura di Sunncomm. Secondo Music City Records soltanto dopo aver comprato il CD per poco meno di 17 dollari e avere registrato la copia acquistata, l’utente può scaricare quella musica in file mp3 o in altri formati musicali.Secondo Bob Heatherly, CEO dell’etichetta, il CD impedirà la copiatura illegale delle canzoni contenute. Questa “genesi” del CD sarebbe dovuta alla ferma volontà di Pride di assicurarsi che i pezzi prodotti sarebbero stati protetti da azioni di “pirateria musicale” o dalla distribuzione delle canzoni via Napster e soci.“Questo - ha spiegato Heatherly - è il primo disco per la Music City Records, dunque è qualcosa di speciale sia per me che per Charley. Era sembrato che i discografici fossero in passiva attesa di sapere cosa pensano i tribunali e non posso credere che si continui a far funzionare Napster… Il lancio di questo disco avviene dunque nel momento migliore”.
Fonte PUNTO INFORMATIKO


#2

Sekondo me sono balle… vedremo!!


#3

SI CIAOOOO

e con i dati criptati come si comportano i lettori “normali” ??

io a queste “favole” non ci credo…fino a che non le vedo…

  1. i dati audio NON possono essere criptati …altrimenti i lettori MORTALI come li potrebbero rileggere ?

  2. se la protezione sfrutta i vari settori “nascosti” del cd…vedi red book,yellow book…sono superabili o con TRICKS durante la masterizzazione o con software che sicuramente sarà creato da qualche “hacker”

ANCORA NON CI HANNO CAPITO NULLA !!!

GENTE…FATE PAGARE MENO I CD !!!


#4

dici bene chaos72! possibile che non abbiano ancora capito che i cd sono troppo cari??? mi sembrano davvero ottusi! certo, io compro anche molti cd originali, e sono disposto a pagarli anche cari se sono d’importazione o sono difficili da trovare, o in edizione limitata, ma non trovo giusto che ormai sia raro trovare un cd bello a meno di 38 / 40 carte…forse solo nei grandi magazzini si risparmia qualcosa…ma sinceramente non è che abbia mai trovato sti gran titoli all’esselunga :slight_smile:

e poi magari se uno compra pochi cd in un anno, magari è anche disposta a pagarli qualcosa in +, ma uno come me, che vive di musica e di cd è davvero troppo!

tante volte leggendo Rumore, comprerei almeno la metà dei cdz recensiti, perchè sono curioso di cercare nuova roba…ma caxxo, mica posso spendere tutti sti soldi!

cert che se costassero un po’ di meno…

bisognerebbe organizzare una qualche forma di protesta, non compare cd per un mese tutti…già ci hanno fregati con napsetr e NESSUNO ha detto niente…non lasciamo che ci prendano proprio tutti per cogl…i!!!


#5

Parole sante parole sante!!!
Se costavano intorno le 20k i dati e 15 gli audio bhe alora si che conveniva prenderli originali.

Andrea1


#6

che tra l’altro i cd audio originali sono più belli da vederesi e i giochi non warex danno mooolti meno problemi che sti rip tirati giu da internet…


#7

Io Parto da un solo ed unico presupposto…
Se li posso leggere con un lettore normale li posso anke copiare :slight_smile:
Provare a darmi torto :stuck_out_tongue:
\Jeky_99


#8

Alla fine volente o nolente si fanno tutti non c’è verso state tranquilli…

nanni


#9

Questa volta vogliono fare sul serio,

hanno intenzione di aggiungere dati fasulli tra una tracia e l’altra così da confondere i lettori CD dei Computer.

Infatti i nuovi CD protetti funzionano solo sui lettori CD che leggono esclusivamente i CD audio, quelli dello stereo per intenderci.

Forse per questo motivo non avranno successo, Speriamo.

morgan


#10

Devono imparare a far scendere i prezzi sui cd altrimenti la pirateria non morirà mai e sono contento visto che in italia tutto è + caro,sta a loro decidere…+soldi hanno e + ne vogliono…


#11

Bhe forse dovremmo iniziare noi a non copiare più, così loro potrebbero anche abbassare i prezzi.
Cmq per qaunto mi riguarda viva cd masterizzati!!!

Andrea1


#12

Andrea1 non credo proprio che se la pirateria si fermasse, il prezzo dei CD D.O.C.( Di Origine Controllata)
si abbasserebbe. Anzi a causa del monopolio ci obbligherebbero a scucire piu’soldi di quanto gia scuciamo!!!


#13

… beh tanto per la cronaca, provate a cercare su napster i pezzi di questo cd di Charley Pride, ne troverete ben otto, la casa discografica sostiene che sono stati rippati da una partita di cd non protetti che avevano comunque messo in vendita… voi ci credete??

byez
psy