Riconoscere Verbatim Buoni da Verbatim Cattivi

Ho aperto questo post per iniziare un lavoro che potrebbe essere utile
sono un assiduo frequentatore di Fiere paesane di Elettronica, dove
si possono trovare supporti di molte marche e a prezzi molto buoni e
ci si passa pure la giornata…(Litigando)

Il problema che sto riscontrando ultimamente è la difficoltà di identificare
i vari “Verbatim” subito al volo, da prodotto Verbatim (Primario) a prodotto
verbatim (Secondario) prodotto in Taiwan, le confezioni sono identiche
ma il risultato finale è che i Verbatim Taiwanesi sono allo stesso livello
dei Princo, e spesso anche se alcuni fanno prezzi maggiori non vuol dire
che alla fine quello che acquisti sia quello che cerchi, stessa cosa vale
anche per i negozi Online i quali sempre più spesso vendono il prodotto
scarto.

Quasi tutti i verbatim printabili che ho trovato in giro appartengono
alla categoria “tarocco” quindi ultimamente li scarto a priori, e
comperando online, si finisce a litigare sulla qualità , finale, visto che
ben pochi alla fine ti certificano il prodotto come prodotto in jappone.


Qualche idea su come iniziare questo lavoro, esempio se ci si può
basare sul codice a barre o su qualche caratteristica del pakaging ?

Credo che, purtroppo, sia una lotta contro i mulini a vento.

Una volta in un negozio io ho trovato un Maxell [B]made in Japan[/B]. Avrei giurato che fosse un Taiyo ma quando l’ho controllato invece era un Ritek :a

La confezione secondo me fornisce pochi indizi utili, e difficilmente è affidabile.

Da quanto ho avuto modo di appurare finora, l’unico modo per avere dei dischi di qualità è trovare un fornitore affidabile. E finora gli unici fornitori affidabili li ho trovati online :frowning:

Magari potrebbe essere interessante approfondire i risultati pubblicati in questo thread da [B]kg_evilboy[/B] nella sezione internazionale: The Cakebox Gallery

Io non ci ho mai fatto caso a questi dettagli delle confezioni: che ne dite?

Mah difficile da dire,anche perchè i migliori dischi in assoluto che io abbia posseduto erano dei verbatim mcc0004 proprio made in Taiwan, quando sono riuscito finalmente a procurarmene altri erano molto diversi,è sempre il solito discorso, ormai la qualita’ è varia anche nella stessa campana di dischi e anche dallo stesso fornitore. Si va a fortuna.
Molto meglio,secondo me, affidarsi a siti o persone che in caso di acquisto deludente ti possano cambiare il prodotto,altro non saprei che suggerire,c’è troppa variabilita’ anche nelle stesse partite e con gli stessi codici (e con gli stessi fornitori).

Anche a me è capitato di prendere più campane di verbatim e poi trovare molta differenza di qualità tra i dvd di una campana e quelli di un’altra :doh: questo sia sui made in taiwan che sui made in india. I verbatim made in japan non li ho mai avuti tra le mani :sad: onestamente mi pare che l’unica cosa che cambi da una campana all’altra sia il luogo dove sono stati prodotti i dvd, da questo credo sia difficile stabilire quali campane sono migliori o peggiori di altre.

Guardavo ora il codice a barre su delle campane dei verbatim MCC004 printabili che ho, la prima serie di numeri è identica su entrambe le campane, una da 25 e una da 50 dvd, la seconda serie di numeri è diversa tra le 2 campane ma credo che serva per individuare la quantità di dvd in una campana, ad esempio sulla campana da 25 c’è scritto “reorder 43539” mentre su quella da 50 “reorder 43550” questi sono dvd+r 16x printabili

Quindi anche attraverso i codici sulle campane credo che sia una cosa un po’ impossibile riconoscere i supporti migliori :frowning:

Valerio

Sono d’accordo. In questo settore le cose cambiano in fretta… qualità di un MID, marche che cambiano MID, fake, supporti conservati in condizioni pessime… E inevitabilmente la costante riduzione dei prezzi porta a una riduzione generalizzata della qualità .
Io ho trovato un negozio online che vendeva dei Verbatim DL che mi davano costantemente risultati fra il buono e l’ottimo, e ho fatto un po’ di scorta.
Lo stesso ho fatto con gli MCC004 e, in precedenza con i Plextor.
Credo che il modo migliore che i consumatori (noi) hanno sia quello di “coalizzarsi” confrontando le proprie esperienze in forum come questo… ovviamente non è un sistema perfetto, ma a mio parere funziona abbastanza bene.

Personalmente diffido abbastanza delle fiere… sono inondate di Princo e altre schifezze, e ogni tanto compro qualcosa, ma solo in quantità limitate, per fare qualche prova. Non mi sognerei mai di comprarci centinaia di MCC004 o altro… :disagree: