Problemi di buffer

vbimport

#1

Scusate ragazzi, io ho un problema di svuotamento di buffer.

Innanzitutto vi dico che ho un hd Western Digital Caviar SE16 SATA (che non uso per il sistema ma solo come archivio, oltretutto deframmentato di recente) e un masterizzatore Sony DVD RW AW-170A (con firmware aggiornato una settimana fa).
Quando masterizzo dvd a 4x (la velocità più bassa consentitami da Nero) si svuota sia il buffer dell’hd sia quello del masterizzatore e si spegne il laser. E non una volta, ma molte! Alla fine riesco a masterizzare, ma solo grazie all’ultra buffer di Nero. Specifico che quando masterizzo non c’è altro software in esecuzione che potrebbe sovraccaricare l’hd.

Riuscite a dirmi a che cosa è dovuto questo svuotamento ed eventuali soluzioni?

Ho appena fatto una scansione dell’ultimo Dvd masterizzato. Sono usciti fuori 1.324.251 PI Errors e 2.267 PI Failures con un punteggio finale di 65. Praticamente uno schifo!!!
Ho dimenticato di dirvi che masterizzo sempre su Verbatim 16x (MCC 03RG20).


#2

Benvenuto nel forum :slight_smile:

Ho spostato la domanda in un thread separato perché in quell’altro era fuori tema :slight_smile:

Controlla se il DMA è attivo nel canale IDE del masterizzatore. Questo comportamento è tipico del DMA disabilitato :slight_smile:


#3

[quote=geno888;2002099]Benvenuto nel forum :slight_smile:

Ho spostato la domanda in un thread separato perché in quell’altro era fuori tema :slight_smile:

Controlla se il DMA è attivo nel canale IDE del masterizzatore. Questo comportamento è tipico del DMA disabilitato :)[/quote]

Grazie per il benvenuto :slight_smile:

Potresti dirmi come si fa? Non l’ho mai fatto e non so dove mettere le mani. Il che mi fa pensare che tu abbia individuato il mio problema :slight_smile:


#4

Ok, mi sono arrangiato. Mi sembra tutto ok. DMA attivato su entrambi i canali IDE.


#5

E invece avevi perfettamente ragione! :clap:
Ho attivato il DMA dopo aver disinstallato la periferica e adesso il buffer non scende al di sotto del 98% :smiley:

Visto che sei molto preparato sul tema ti faccio un’altra domanda.
Io ho 2 hd sata, un masterizzatore e un lettore dvd. E’ normale, in gestione periferiche, avere
Canale primario Ide (master e slave)
Canale Primario Ide (master e slave)
Canale Secondario Ide (master e slave)
Canale Secondario Ide (master e slave)
??
Voglio dire, posso essere sicuro che i due hd Sata lavorino come Sata e non come Ide??


#6

A volte le periferiche SATA vendono viste come IDE nel gestione periferiche. Altre volte, invece, le periferiche SATA vengono viste come SCSI :eek:

Credo che dipenda da come windows gestisce le periferiche e dal tipo di controller installato sulla scheda madre.

Finché tutto funziona a dovere direi che è bene lasciarlo com’è :bigsmile:


#7

good, visto che il 3d esiste già posto qui.

usando ahead nero e qualche volta imgburn.

mia ignoranza: è preoccupante che il buffer del masterizzatore scenda di botto sui 23% per poi rimanerci per circa qualche secondo prima di tornare sui 89-95-98-100%?
con [I]Nero[/I] noto che il buffer del hard disk invece non dà grossi problemi. sono riuscito a fare due screen con l’apposito STAMP su due masterizzazioni differenti, in allegato.
in gestione periferiche ho già provato con la disintallazione e reinstallazione dei canali IDE e di tutti i mast.zzatori, anche di quelli che apparivano trasparenti.
forse non sarà gravissimo ma vorrei che mi masterizzasse i dvd “tutta una tirata”, senza interruzioni o rallentamenti, dopo che aveva già raggiunto la velocità ottimale. poi perde tempo di nuovo per raggiungere la velocità dovuta. e poi ti vedi i PIF come festeggiano tutti assieme :frowning:
da come potete vedere dagli screen allegati, la tray la tengo al minimo, quindi niente applicazioni che appesantiscono.
da ora proverò inoltre a masterizzare [B]sempre[/B] i dati da un altro hard disk (non dove il s.o.) ma comunque credo il motivo sia un altro, boh?

c’è dell’altro da aggiungere per migliorare la storia col buffer ? :confused:

eek buffer.zip (61.3 KB)


#8

Dal nero si vede poco o nulla di quello che succede al buffer durante la masterizzazione.

Puoi fare un test in simulazione (partendo da un file ISO) con cd-dvd speed? Li si vede cosa fa il buffer (e anche la CPU) durante tutta la scrittura. La simulazione fa in modo che non vada sprecato un disco ma per testare correttamente il buffer devi usare un file ISO :slight_smile:


#9

ecco, ho burnato una iso a 8x con il drive incriminato, con [I]create disc[/I] si nota un buffer ballerino, come la velocità di masterizzazione e RPM. perchè? :sad:

burnato con BENQ DW1650 [I]bcic[/I] in [I]create disk[/I]
gli altri due scan con lite 20a3h [I]yy11[/I].
purtroppo ho dei tyg probabilmente rovinati perchè mi vengono tutti con troppi pif, anche se in questa scan non ne erano tanti come negli altri ma in ogni caso :Z
trt perfetto.





#10

Quelle indentature che si verificano durante la scrittura sono perfettamente normali e fanno parte della strategia di scrittura. Quindi da questo punto di vista puoi andare assolutamente tranquillo :slight_smile:

Le indentature sono dovute al fatto che secondo le strategie di scrittura sviluppate recentemente il laser effettua la ricalibrazione più volte durante la scrittura per verificare in tempo reale che il disco venga scritto adeguatamente.

Nei masterizzatori più vecchi la curva di scrittura era molto più regolare perché queste ricalibrazioni venivano fatte solo all’inizio, durante la scrittura del lead-in e poi la potenza del laser restava la stessa su tutto il resto del disco.

Se tutti i drive di recente produzione adottano questa strategia di effettuare la ricalibrazione in tempo reale durante la scrittura vuol dire che un vantaggio effettivo esiste, altrimenti i produttori di masterizzatori avrebbero abbandonato questo approccio :slight_smile:

Secondo me i produttori sono stati costretti ad adottare queste strategie di scrittura a causa della progressiva riduzione di qualità dei dischi che ci sono oggi in commercio. Infatti, i dischi che c’erano 2-3 anni fa avevano una qualità migliore di quelli che ci sono oggi, e queste ricalibrazioni continue non erano indispensabili. Ma oggi non se ne può fare a meno (a meno che non ricomincino a produrre dischi di qualità , cosa di cui dubito parecchio :p)

L’alto numero di PIF che si ottiene con quei dischi in effetti è un po’ fastidioso, ma non compromette assolutamente la qualità della masterizzazione.

Il disco è perfettamente leggibile e non è necessario rifarlo. Secondo me quel disco resterà leggibile per almeno 3-4 anni (se opportunamente conservato ovviamente :))


#11

mhhhh
tra le altre cose i Benq di quel periodo (1640 e 1650) hanno sempre sofferto sui supporti -r al cospetto degli omologhi +r e i Tyg03,tra le altre cose, non sono mai stati a mio avviso dei supporti all’altezza di casa Taiyo.


#12

[QUOTE=geno888;2247264]a meno che non ricomincino a produrre dischi di qualità , cosa di cui dubito parecchio[/QUOTE]

ma a loro costa davvero tanto mettere un buon prodotto sul mercato? perché fanno così? che tornino ai 8x allora :a

non vedo l’ora di finire questi tyg03, uffa , e pensare che i 03RG20 che avevo non erano meglio. coi -r quali verbatim dovrei prendere?
e degli -r alla fin fine non posso fare a meno perché li uso quando mi dice che sui +r non ci sta il contenuto (per pochissimi MBytes)

[QUOTE=geno888;2247264]
Secondo me quel disco resterà leggibile per almeno 3-4 anni
[/QUOTE]

a me non piace perché col tempo chiaramente peggiorano ma almeno quando li masterizzassi fossero sotto i 1000 pif.


da notare negli screen allegati come col lite 20A3H mi masterizza lo stesso supporto della stessa campana. buffer sempre al 99%. linee precise con RPM e velocità di masterizzazione. allora lui non mi ricalibra il laser? ho l’ultimo fw ufficiale (15/11/2007)
gurgle :eek: un così alto numero di pif non me l’ha mai dato l’A3 nemmeno coi tyg03. è solo un caso perché di solito me ne vengono più o meno come quando li masterizzo col DW1650.

essendo con un mid taiyo yuden non capisco perché in [I]info disco[/I] mi scriva produttore [I]sconosciuto[/I] :confused:

ho notato che il benq mi arriva prima ai 8x

trt perfetto






#13

La scansione del disco masterizzato col liteon conferma quanto dicevo sopra. Le ricalibrazioni durante la scrittura sono indispensabili perché come si può vedere migliorano notevolmente la qualità della masterizzazione.

Va da se però che i liteon non sono mai stati dei veri e propri campioni di qualità in scrittura :doh:

Sul fatto che i produttori potrebbero produrre dischi migliori siamo daccordo, anche se nella loro filosofia non è importante cosa vendi, ma è importante vendere il più possibile (anche roba totalmente inutile) e al prezzo più alto possibile :Z


#14

m’affiderò di più al benq allora (se solo il Pio avesse il bitsetting V_V)

già che ci sono faccio tripletta col Pio 115D.

è un drive che ho connesso esternamente (e quelli esterni non mi appaiono in cd speed) quindi ho burnato una iso a 8x con imgburn, dvdinfo mi crea in automatico il grafico della masterizzazione. :stuck_out_tongue:

buffer sembra stabile.
segnalo che a circa 30% della masterizzazione avevo sentito che il dvd si era fermato per un attimo ma nel grafico non mostra nulla di tutto ciò :confused:

trt perfetto.

in masterizzazione anche questo è in p-cav, mi piacerebbe modificare qualcosa per farli andare tutti in clv (e farli partire subito a 8x)

p.s. il prossimo mi prendo un Optiarc serie 7200. :iagree:





#15

[QUOTE=the boy;2248309]
buffer sembra stabile.
segnalo che a circa 30% della masterizzazione avevo sentito che il dvd si era fermato per un attimo ma nel grafico non mostra nulla di tutto ciò :confused:[/QUOTE]

Forse dipende dalla frequenza con cui imgburn acquisisce i dati durante la masterizzazione. Ad esempio, se registra le informazioni ogni 5 secondi invece che in modo continuo è ovvio che il grafico sia più regolare e che non abbia registrato l’interruzione che hai notato :slight_smile: