Partizione per masterizzare

Salve, ho deciso di comprare un altro dico rigido (320 Gb) da affiancare a quello presente (80 Gb).

In quello attuale ho creato una partizione dedicata solo alla masterizzazione, nel senso che nelle impostazioni del programma di masterizzazione gli dico “il file risultante mettilo lì”.

La partizione è grande 10 Gb, è sufficente?
O è meglio farla più grande?

Dovrò decidere molte cose tra cui, nel campo specifico, se lasciarla nel disco attualmente presente (Maxtor Diamond plus 9 - Y080P0), oppure metterla in quello nuovo (la scelta spazia da Seagate serie Barracuda a W.D. serie RE3).

Dimenticavo, il sistema operativo è Win 98SE, e ho intenzione di passare a Linux (Xubuntu alternate).

Il programma per la masterizzazione è Nero express versione 6.6.0.19.

Il masterizzatore è il Samsung TSSTcorp CD/DVDW SH-S182D (che ne pensate?) e per completezza il lettore CD\DVD è l’ASUS DVD-E616P2.

Altre domande in ordine sparso.

La partizione dedicata può essere messa dove mi pare? Oppure è meglio metterla in un determinato “anello” del disco rigido?

Se voglio fare la copia di cd\dvd è meglio farla passando tramite l’immagine sull’HD oppure va bene anche il passaggio diretto lettore->masterizzatore?

I miei cd-r sono i Verbatib 52x da 700 Mb, i dvd-r sono i Maxell 16x, strato singolo -R (Item 275593) e +R (Item 275632).

Considerate che il mio detto è: Non voglio rotture di ********, quindi il risultato deve essere il migliore possibile, e tutto deve essere sacrificato per ottenerlo.

Consigli?

Grazie.

Ciao bbrun,
carina l’idea della partizione per masterizzare :bigsmile:
Sono curiosa…esattamente quale vantaggio ti da usare una partizione?!?
Io di solito creo una cartella dedicata alla masterizzazione.

Anche io uso due HD, uno con il SO ed i programmi ed uno con i dati. La cartella con i file da masterizzare la tengo nel secondo HD. Quindi penso che anche tu possa mettere la partizione dedicata alla masterizzazione nell’altro HD.

A me Nero non piace molto, io uso ImgBurn e personalmente credo che soprattutto se lavori con i file immagine sia migliore :wink:

Ho solo un dubbio! Hai detto che il SO è Win98. Presumo che il pc sia vecchiotto!!
Sicuro che possa supportare un HD da 320GB?

Ciao ciao :wink:

Ciao.

Io ho il disco suddiviso in ben 7partizioni.
Alcune sono di servizio, come Win swap e Aracne.
Nella prima ho dirottato il file Win386.swp, nella seconda i file temporanei provenienti dalle “passeggiate” su Internet.
Togliendo tutta questa zavorra alleggerisco la partizione “Windows”, che sta in C:.

Dopo l’ultimo “botto” di Win98SE e conseguente formattazione->reinstallazione dell’Amba Aradam, ho aggiunto anche la partizione “Masterizzazione”.
Questo perché ho notato che, se mettevo il\i file da masterizzare in C:\percorso standard di Nero il tutto avveniva con “X” velocità , se invece gli dicevo di metterlo in un’altra partizione CHE AVEVA UNO SPAZIO LIBERO MAGGIORE, il tutto avveniva a velocità maggiore.
Da qui la decisione di mettere su una partizione dedicata alla masterizzazione.
Tieni presente che io masterizzavo sempre alla velocità minima possibile, secondo una vecchia regola regola che, se leggi qui: http://club.cdfreaks.com/f16/il-mistero-dei-cd-r-verbatim-glossy-printable-268095/,
sembra non avere più molto senso (questo parlando della masterizzazione di cd\audio, per altre cose e dvd non so, è una cosa che dovrò chiarire).

Anche io uso due HD, uno con il SO ed i programmi ed uno con i dati. La cartella con i file da masterizzare la tengo nel secondo HD. Quindi penso che anche tu possa mettere la partizione dedicata alla masterizzazione nell’altro HD.

Io, da quando ho scoperto (molto tempo fa) che avere DUE dischi (o due partizioni, se si ha un solo disco) è ESSENZIALE, perché se Win fa il botto devi sempre reinstallare tutto, ma almeno i dati sono salvi, opero sempre così, per il discorso cartella o partizione vale quanto ho detto prima.

A me Nero non piace molto, io uso ImgBurn e personalmente credo che soprattutto se lavori con i file immagine sia migliore :wink:

Sono appena entrato in questo Forum, devo ancora imparare parecchio:).

Ho solo un dubbio! Hai detto che il SO è Win98. Presumo che il pc sia vecchiotto!!
Sicuro che possa supportare un HD da 320GB?

Il mio pc non è certamente l’ultimo prodigio della tecnica moderna, dato che è un pc non assemblato, ma “accroccato” :wink: da me, però è sicuramente più recente di Win98se.
Se il tuo discorso è che sia W98 a non riconoscere un 320 Gb chissene, tanto devo partizionare… :bigsmile:

Ciao ciao :wink:

Un bacione per te, Roberta :kiss:.

Piu’ che una partizione dedicata alla masterizzazione che serve a poco ,
è fondamentale avere un secondo hard disk sgombro da sistemi operativi e programmi vari.
Un vero e proprio disco dati ove posizionare i file da masterizzare e avere l’hd che lavora solo ed esclusivamente in trasmissione dati verso il masterizzatore.
Partizionare non ferma il lavoro che l’hard disk sta facendo con i vari programmi in backround e i dati che “escono” dalla partizone vengono comunque trasmessi da un disco che sta gia’ “lavorando” di suo.
Per la velocita’ di masterizzazione ancor piu’ che nei cd audio è anche nei dvd la regola piu’ bassa è la velocita’ meglio si masterizza è sfatata da tempo.
Anzi si corre sovente il rischio di aumentare gli errori in fase di scrittura.
Diciamo che una velocita’ ottimale di scrittura con i supporti di oggi certificati a 16x è di 8/12x,salvo casi particolari ove addirittura con velocita’ maggiore si ottiene anche un miglior risultato

[QUOTE=batmax;2241835]Piu’ che una partizione dedicata alla masterizzazione che serve a poco ,
è fondamentale avere un secondo hard disk sgombro da sistemi operativi e programmi vari.
Un vero e proprio disco dati ove posizionare i file da masterizzare e avere l’hd che lavora solo ed esclusivamente in trasmissione dati verso il masterizzatore.
Partizionare non ferma il lavoro che l’hard disk sta facendo con i vari programmi in backround e i dati che “escono” dalla partizone vengono comunque trasmessi da un disco che sta gia’ “lavorando” di suo.
Per la velocita’ di masterizzazione ancor piu’ che nei cd audio è anche nei dvd la regola piu’ bassa è la velocita’ meglio si masterizza è sfatata da tempo.
Anzi si corre sovente il rischio di aumentare gli errori in fase di scrittura.
Diciamo che una velocita’ ottimale di scrittura con i supporti di oggi certificati a 16x è di 8/12x,salvo casi particolari ove addirittura con velocita’ maggiore si ottiene anche un miglior risultato[/QUOTE]

Grazie per la spiegazione :wink:

Mi fa piacere sapere che andando solo ad intuito ho fatto comunque la cosa giusta :bigsmile:

Ciao ciao :wink:

Ecchime, ci sono pure io :bigsmile:

[QUOTE=bbrun;2241803]Salve, ho deciso di comprare un altro dico rigido (320 Gb) da affiancare a quello presente (80 Gb).

In quello attuale ho creato una partizione dedicata solo alla masterizzazione, nel senso che nelle impostazioni del programma di masterizzazione gli dico “il file risultante mettilo lì”.[/quote]
Ottima idea. Come ha già detto batmax, è meglio usare dischi fisicamente separati perché anche se metti i dati da masterizzare in una partizione separata sullo stesso disco fisico in cui si trova il sistema operativo non fai altro che peggiorare la performance complessiva del sistema non solo per la masterizzazione ma anche del computer in generale (perché la testina del disco deve andare su e giù come una forsennata ogni volta che deve eseguire qualche attività del sistema operativo mentre masterizzi).

Quindi la scelta di mettere i dati da masterizzare su un disco fisicamente separato è un’ottima idea :slight_smile:

[QUOTE=bbrun;2241803]La partizione è grande 10 Gb, è sufficente?
O è meglio farla più grande?[/quote]
Direi che è sufficiente, ma se vuoi proprio essere pignolo magari ti conviene farla da 15-20 GB. Il motivo riguarda la deframmentazione con i sistemi operativi Windows. Anche se nei sistemi operativi Linux il problema della frammentazione è molto meno sentito per varie ragioni tecniche (il 98% delle quali non le conosco nemmeno :o ma so per certo che su linux la deframmentazione non è così marcata come sui sistemi Windows), per deframmentare un disco o una partizione occorre sempre avere dello spazio libero disponibile. Se quella specifica partizione deve essere dedicata solo a contenere i dati da masterizzare (magari file ISO di grosse dimensioni), a meno che tu non masterizzi dischi Blu-ray, il massimo che puoi masterizzare su un DVD è 8GB (su un disco a doppio strato), quindi con 15GB (circa il doppio delle dimensioni massime di un file ISO masterizzabile su un disco DL) dovresti avere spazio più che a sufficienza per eventualmente deframmentare l’ISO prima di masterizzarlo.

Come ho detto sopra, è meglio mettere la partizione per masterizzare su un disco fisicamente separato invece che su una partizione del disco su cui si trova il sistema operativo.

Per quanto riguarda il disco, il mio suggerimento è di optare per un disco Western Digital. Non è esattamente indispensabile usare un disco della serie RE-3 a meno che non voglia implementare un RAID, ma se puoi prenderlo è certamente un ottimo disco (molto robusto e molto veloce). Un disco più veloce in effetti è un disco della serie Black da 640GB con 32 MB di cache (questo qui). E’ uno dei dischi più veloci in commercio (esclusi i dischi SSD ovviamente).

Il sistema operativo non dovrebbe fare alcuna differenza a questo riguardo. L’efficienza del sistema dipende dal controller che gestisce i dischi rigidi e dai dischi rigidi stessi. Se ci sono i driver per quel determinato sistema operativo sei a posto :bigsmile:

Anche io suggerisco di usare ImgBurn, che funziona benissimo anche su Linux.

Quel particolare modello della Samsung è bacato. Il firmware ha un difetto che non sono mai riusciti a correggere. in pratica non riesce a scrivere correttamente il lead-out [B]sui dischi -R[/B]. Sui dischi [B]+R[/B] non ha problemi.

Se riesci a piazzarla nell’anello più veloce del disco magari è meglio, così eviti svuotamenti del buffer mentre masterizzi.

Le copie “al volo” io le sconsiglio. E’ sufficiente un piccolo problema qualsiasi durante la lettura del disco per fermare la masterizzazione. Un granello di polvere o un disco particolarmente rovinato potrebbero causare molti svuotamenti del buffer e anche l’intervento forzato dei meccanismi di buffer underrun. Questo, anche se teoricamente non brucia il disco che masterizzi, può comunque causare un aumento della quantità di errori sul disco masterizzato, che poi sarà difficile da leggere specie nei lettori più pignoli. Inoltre, rischi di bruciare effettivamente il disco se il disco che copi “al volo” poi risulta illeggibile. Quindi, per evitare incidenti e problemi vari, è sempre meglio rippare il disco sorgente prima e poi masterizzarlo dal disco rigido.

I CD vanno bene, ma i DVD è meglio se non li usi per dati importanti. I Maxell non sono esattamente il massimo della qualità :frowning:

Anche per i DVD meglio usare Verbatim o Taiyo Yuden :slight_smile:

[QUOTE=bbrun;2241803]Considerate che il mio detto è: Non voglio rotture di ********, quindi il risultato deve essere il migliore possibile, e tutto deve essere sacrificato per ottenerlo.

Consigli?

Grazie.[/QUOTE]
Il consiglio principale è quello di usare sempre e solo dischi di qualità (Verbatim e Taiyo Yuden). Nessun masterizzatore potrà mai trasformare una fetecchia un un supporto di qualità :wink:

Bene, l’ideale è il secondo disco (ovviamente quello “dati”).
Insisto e persisto, e se nel disco dati realizzo una partizione, la prima, dedicata solo alla masterizzazione (il discorso degli “anelli”)?

Per la velocita’ di masterizzazione ancor piu’ che nei cd audio è anche nei dvd la regola piu’ bassa è la velocita’ meglio si masterizza è sfatata da tempo.
Anzi si corre sovente il rischio di aumentare gli errori in fase di scrittura.
Diciamo che una velocita’ ottimale di scrittura con i supporti di oggi certificati a 16x è di 8/12x,salvo casi particolari ove addirittura con velocita’ maggiore si ottiene anche un miglior risultato.

Bene, il discorso velocità è valido per tutti i tipi di masterizzazione, e non solo per quel discorso da me indicato, che riguardava i cd audio.

Altri suggerimenti?

[QUOTE=bbrun;2241834]Ciao.

Io ho il disco suddiviso in ben 7partizioni.
Alcune sono di servizio, come Win swap e Aracne.
Nella prima ho dirottato il file Win386.swp, nella seconda i file temporanei provenienti dalle “passeggiate” su Internet.
Togliendo tutta questa zavorra alleggerisco la partizione “Windows”, che sta in C:.

Dopo l’ultimo “botto” di Win98SE e conseguente formattazione->reinstallazione dell’Amba Aradam, ho aggiunto anche la partizione “Masterizzazione”.
Questo perché ho notato che, se mettevo il\i file da masterizzare in C:\percorso standard di Nero il tutto avveniva con “X” velocità , se invece gli dicevo di metterlo in un’altra partizione CHE AVEVA UNO SPAZIO LIBERO MAGGIORE, il tutto avveniva a velocità maggiore.
Da qui la decisione di mettere su una partizione dedicata alla masterizzazione.
Tieni presente che io masterizzavo sempre alla velocità minima possibile, secondo una vecchia regola regola che, se leggi qui: http://club.cdfreaks.com/f16/il-mistero-dei-cd-r-verbatim-glossy-printable-268095/,
sembra non avere più molto senso (questo parlando della masterizzazione di cd\audio, per altre cose e dvd non so, è una cosa che dovrò chiarire).

Io, da quando ho scoperto (molto tempo fa) che avere DUE dischi (o due partizioni, se si ha un solo disco) è ESSENZIALE, perché se Win fa il botto devi sempre reinstallare tutto, ma almeno i dati sono salvi, opero sempre così, per il discorso cartella o partizione vale quanto ho detto prima.

Sono appena entrato in questo Forum, devo ancora imparare parecchio:).

Il mio pc non è certamente l’ultimo prodigio della tecnica moderna, dato che è un pc non assemblato, ma “accroccato” :wink: da me, però è sicuramente più recente di Win98se.
Se il tuo discorso è che sia W98 a non riconoscere un 320 Gb chissene, tanto devo partizionare… :bigsmile:

Un bacione per te, Roberta :kiss:.[/QUOTE]

Ciao bbrun,
non so com’è possibile, ma non avevo visto la tua risposta :bigsmile: :bigsmile:
Grazie per le spiegazioni

Ciao ciao :wink:

[QUOTE=geno888;2241924]Ecchime, ci sono pure io :bigsmile: [/QUOTE]
Genietto dispettoso, ci speravo in una tua risposta:flower:.

Direi che è sufficiente, ma se vuoi proprio essere pignolo magari ti conviene farla da 15-20 GB.

Teniamoci larghi, 1 DVD=4,7 Gb, diciamo 5 per comodità .
Un dvd doppio strato doppia faccia fa 20 Gb, raddoppiamo il tutto e siamo a 40, me ne rimangono 280… va benissimo.
Se poi avrò necessità di comprarmi un Blu-ray… comprerò anche un altro disco:bigsmile:.

Per quanto riguarda il disco, il mio suggerimento è di optare per un disco Western Digital… … ma se puoi prenderlo è certamente un ottimo disco (molto robusto e molto veloce).

Progettato per i server, 5 anni di garanzia ;).

Il sistema operativo non dovrebbe fare alcuna differenza a questo riguardo. L’efficienza del sistema dipende dal controller che gestisce i dischi rigidi e dai dischi rigidi stessi. Se ci sono i driver per quel determinato sistema operativo sei a posto :bigsmile:

E per Xubuntu penso proprio che ci siano.

Anche io suggerisco di usare ImgBurn, che funziona benissimo anche su Linux.

Una cosa alla volta Genietto, altrimenti divento matto.

Quel particolare modello della Samsung è bacato. Il firmware ha un difetto che non sono mai riusciti a correggere.

AIA! Anche aggiornandolo?

in pratica non riesce a scrivere correttamente il lead-out [B]sui dischi -R[/B]. Sui dischi [B]+R[/B] non ha problemi.

Genietto, non andare sul difficile, cosa è il lead-out? La chiusura del disco?
Io non ho avuto problemi perché per ora l’unico uso che ho fatto dei dvd è stato copia qui per portarlo là , dopodichè non servivano più.
In pratica cosa (o cosa potrebbe) accadere?

Se riesci a piazzarla nell’anello più veloce del disco magari è meglio, così eviti svuotamenti del buffer mentre masterizzi.

E quale è l’anello più veloce? Al centro, in mezzo, all’estremo?
Se per gli hd vale lo stesso discorso dei cd\dvd, l’ultimo è da scartare, perché più soggetto a vibrazioni.

Le copie “al volo” io le sconsiglio. E’ sufficiente un piccolo problema qualsiasi durante la lettura del disco… … Quindi, per evitare incidenti e problemi vari, è sempre meglio rippare il disco sorgente prima e poi masterizzarlo dal disco rigido.

Come dicevo nel mio primo messaggio tutto va sacrificato per ottenere un lavoro al massimo della qualità , quindi farò sempre l’immagine del disco (suppongo che rippare voglia dire questo).

I CD vanno bene, ma i DVD è meglio se non li usi per dati importanti. I Maxell non sono esattamente il massimo della qualità :frowning:

ARIAIA! Ma come, e io che pensavo di salvarmi comprando cd\dvd solo di produttori che lavorano nella chimica!
Non mi dite che anche Maxell non li fa, ma se li fa fare?

Anche per i DVD meglio usare Verbatim o Taiyo Yuden :slight_smile:

Se TY=100, quanto vale Verbatim?

Il consiglio principale è quello di usare sempre e solo dischi di qualità .
Nessun masterizzatore potrà mai trasformare una fetecchia un un supporto di qualità :wink:

Primissima regola del lavoro di qualità .

Grazie Genietto.

Vediamo,in attesa del mastro Geno qualcosa dico io
Io la partizione la farei anche piu’ grande dei 20gb,se metti li e non masterizzi subito potresti aver bisogno di altro spazio,ma tu sai le tue esigenze.

Il 182 ha quel difetto e se lo porta fino alla morte,non è che sia questione di aggiornamento è che con i vari firmware che sono usciti quel problema sui -r non è mai stato risolto.

Xubuntu,kubuntu,ubuntu,nessun problema,Linux non ha mai bisogno di installazione di driver,gli unici bisogni riguardano le schede video di cui non dispongono le autorizzazioni per intervenire sui software proprietari.

Maxell fa anche supporti suoi,mediacode mxl(e comunque non sono un granchè), ma in modo principale usufruisce di produzioni ritek e ricoh(su svp si trovano pero’ anche i maxell taiyo), proprio non il massimo a livello qualitativo per non dire altro.

Taiyo valeva 100,fino ai tempi dei supporti 8x,con l’uscita dei 16x si sono un po’ per strada qualitativamente,anche se con i Verbs rimangono di gran lunga i migliori supporti.
Finchè si trovano gli 8x dico ancora che possano valere 100,o almeno siamo al top,
se passiamo ai 16x io te la rovescio e ti dico che se verbatim sta a 100,taiyo sta a 95

Confermo quanto già detto da batmax :slight_smile:

Il problema coi dischi [B]-R[/B] non lo hanno mai corretto (per quanto abbiano rilasciato molti aggiornamenti del firmware). Ma se usi solo dischi [B]+R[/B] non ci sono problemi.

Non so se la Maxell produca da se i dischi (io credo di no). Anche se usano un loro mediacode specifico (come la TDK) credo che siano altri a produrre i dischi e poi loro li commercializzano col loro marchio. Però non ne sono sicuro al 100% :frowning:

Da quanto leggo qui, l’anello più veloce è quello interno al disco. Però non so esattamente come fare a creare una partizione in una regione specifica del disco (sia con Windows che con Linux :o).

Ultime, preziose informazioni.
Grazie Genietto, grazie Batmax.

Il discorso (per ora) è chiuso ;).

Ciao a tutti.

Un piccolo trucco che io uso prima di masterizzare è quello di procedere ad una deframmentazione.

Ora seguendo l’ottimo deframmentatore che ti ha linkato geno, quest’ultimo ti permette anche di deframmentare determinati files e, nella fattispecie, le tracce audio che hai appena estratto in formato *wav.

Questo, a mio avviso, dovrebbe ottimizzare il processo di masterizzazione, che è il più delicato e complesso, permettendo nel contempo una “compattezza” dei files che masterizzi senza che questi ultimi abbiano clusters in giro sparsi per tutto l’hard disk.

Data la velocità dei dischi rigidi attualmente disponibili in commercio, la deframmentazione prima della masterizzazione di fatto non è più necessaria. La connessione SATA è abbastanza rapida da sostenere velocità di masterizzazione altissime, e comunque anche il disco è talmente veloce da recuperare i dati abbastanza in fretta anche se è frammentato.

La cosa da evitare, più che altro, è di mettere la partizione per masterizzare su un disco che potrebbe avere altri accessi, tipo appunto quelli richiesti dal sistema operativo, ma anche evitare di mettere ad esempio il mulo sullo stesso disco da cui si masterizza. Questo si che potrebbe causare rallentamenti notevoli nonostante la velocità del disco :slight_smile:

il mulo funzionante, ovviamente…

Circa il mulo (funzionante) ho fatto qualche prova e ne ho dedotto che, dovendo contemporaneamente masterizzare, è sufficiente impostare la priorità (del mulo) a [U]bassa.:flower:[/U]
Così inoltre, (almeno sul mio sistema), continua a funzionare senza disturbare più di tanto tutti gli altri programmi eventualmente in funzione.:iagree:
Poi, quando invece desidero la massima efficenza del mulo, torno a reimpostare la priorità normale.:rolleyes:
Qualcunaltro ha provato?

Io ormai, viste le mie tragiche esperienze con gli “ottimi” :rolleyes: Verbatim, ci manca poco che per masterizzare non mi metta in una camera iperbarica.

Zero in esecuzione automatica, spengo perfino il cellulare e il router… mi allontano fisicamente dal tavolo.

Vedi tu! :bigsmile:

…hai dimenticato: non starnutire e allontanarsi sì ma in punta di piedi!:cool:
Seriamente, hai ragione, per i migliori risultati possibili non deve esserci altro in funzione se non il programma di masterizzazione ma, dovendo proprio farlo, qualcosa può continuare a funzionare purchè a priorità inferiore, naturalmente supponendo di avere una macchina non proprio preistorica (con gli attuali dual core, gli HD moderni, memoria di almeno 2 GB, direi proprio non debbano esserci problemi). :iagree:
A proposito, forse sfondo una porta aperta, ma gli antivirus e gli indicizzatori tipo copernicdesktopsearch sono i più subdoli divoratori di risorse, anche se solo per brevi istanti.:cop:

Lo so … lo so.

Tutto disattivato: antivirus, screensavers, indicizzatori… tutto di tutto…
Ti posto screenshots di cosa ho in esecuzione automatica: il nulla!

Pure qualcosa da Strumenti Di Amministrazione ----> servizi: tipo (a titolo esemplificativo) “servizio indicizzazione dati” e “Temi” :slight_smile:


nemmeno il control panel audio e nvidia display gli lasci avviare?

maniaco :bigsmile:

anche se però sull’antivirus mi avete dato una buona idea.