Parametri per definire una masterizzazione di qualita'

vbimport

#1

Con l’aiuto degli esperti è possibile definire dei parametri abbastanza sicuri, per definire quando una masterizzazione sia da considerarsi di qualita’?
E quale è il confine fra una masterizzazione da definirsi buona e una ottima?
Pif,Pie ,Jitter, quali sono i parametri (picco e quantita’) certi, per leggere bene una masterizzazione e definirla di qualita’,buona o scarsa?


#2

Secondo me e’ molto difficile definire dei parametri quantitativi che possano soddisfare tutti, per vari motivi… ne elenco alcuni

[ul]
[li] PIE, PIF e Jitter sono relativi al supporto masterizzato ma anche al masterizzatore, per cui uno dovrebbe stabilire dei parametri di qualita’ relativamente ad ogni masterizzatore
[/li][li] la correlazione fra PIE, PIF e Jitter non e’ sempre strettamente correlata alla leggibilita’ (con o senza rallentamenti) del supporto, per cui anche un TRT dovrebbe essere messo nell’equazione
[/li][li] il concetto di "qualita’ e’ soggettivo. Ad esempio, fra coloro che, saggiamente, si scelgono un masterizzatore e un lettore di riferimento e considerano l’accoppiata scansione PIE/PIF + Transfer Rate Test, ci sono varie correnti di pensiero: ci sono quelli che buttano il supporto se la curva del TRT non e’ assolutamente perfetta, quelli che tollerano un piccolo “dip” (ovvero un piccolissimo rallentamento), quelli che si accontentano che la velocita’ di ripping non scenda mai sotto una certa soglia minima (e magari hanno soglie diverse a seconda dell’importanza attribuita a i dati contenuti nel supporto)…
[/li][/ul]

A mio parere e’ un po’ fuorviante pensare alle scansioni di qualita’ in termini assoluti… i parametri sono relativi all’hardware che uno possiede (non solo ai modelli, ma anche alla qualita’ del particolare modello che si possiede, con possibili variazioni non indifferenti), e magari anche al software (l’avere un TRT “liscio” o meno puo’ benissimo essere condizionato dal carico del sistema stesso).

Come detto, conviene scegliersi un masterizzatore di riferimento (o piu’ di uno, o eventualmente abbinato a un lettore “schizzinoso”) e cercarsi le proprie “misure”.

ET


#3

quindi,alla fine, è difficile in senso assoluto affermare che una masterizzazione effettuata, e di cui magari c’è una scansione postata come riferimento per coloro che cercano di capire i comportamenti di un masterizzatore, possa definirsi di qualita’ eccelsa. Credo si possa forse dire buona in senso generale. Alla fine,da quello che capisco e ti ringrazio come sempre, il parametro migliore è avere un supporto masterizzato la cui durata sia sia dimostrata di poco deteriorata nel tempo, sia come dati che come degrado del supporto stesso. O mi sbaglio? :smiley:


#4

Si, se mettiamo in gioco anche la velocita’ di deterioramento la cosa diventa ancora piu’ complicata… dalle informazioni che ora si cominciano a raccogliere dopo i primi anni di esistenza dei software per effettuare scansioni con attrezzatura “consumer” pare che i supporti di qualita’ (TY e MCC) risentano meno del processo di invecchiamento. Ma non si sa ancora bene cosa puo’ succedere in un tempo piu’ lungo ma inferiore ai 100 o 1000 anni “certificati” (ad esempio 10, 15 anni). Di certo il fattore “tempo” aggiunge una terza dimensione al quadro delle scansioni. :iagree:

Penso che le scansioni siano comode per vedere come il nostro masterizzatore “digerisce” particolari supporti, in modo da poter fare delle inferenze sulla qualita’ del masterizzatore (ossia dell’hardware e dell’efficacia delle strategie presenti nel firmware) e dei supporti (in questo caso verificandoli su piu’ masterizzatori). E per mettere in evidenza casi “patologici” come supporti pessimi o gestiti malissimo dal masterizzatorei per problemi contingenti (legati al firmware o magari all’hardware/software del computer - vedi problemi di alimentazione insufficiente o DMA).

Con questo non voglio assolutamente intendere che postare le scansioni sia inutile: se mi compero un Liteon XXyyZZ e vedo che vari utenti con lo stesso masterizzatore usano dei MCC Made in Taiwan come i miei, li masterizzano alla stessa velocita’ con lo stesso firmware e ottiengono scansioni nettamente superiori alle mie (ad esempio PIF 300 contro PIF 10000 totali, per intendersi) mi pongo delle domande… ho un masterizzatore bacato? Ho una partita di supporti bacati? Ho problemi sul PC? e cosi’ via…

ET


#5

almeno un problema riusciamo a risolverlo :bigsmile:
Se non riusciamo a quotare credibilmente la bonta’ assoluta di una masterizzazione, è molto piu’ facile certificarne una pessima e relativo scarso supporto. Per esclusione è gia’ un passo avanti :smiley:


#6

Esatto… in sintesi, secondo me la cosa funziona molto meglio in negativo che in positivo. :iagree:

ET