Opinioni sui Ricoh DVD+R DL

Ho spostato alcuni post dal thread delle scansioni in un thread separato perché la discussione, molto interessante fra l’altro :iagree:, era andata offtopic.

L’argomento riguarda la scrittura sui dischi Dual Layer della Ricoh.

Il problema è che quei DVD+R DL sono prodotti con la tecnologia [b]Inverted stack[/B] di Ricoh, e molti masterizzatori non sono in grado di trattarli in modo soddisfacente… e la qualità varia di molto anche all’interno di una stessa campana. Alla Plextor sono stati fra i primi a adattare le strategie a quel processo di fabbricazione, in particolare con il PX-716.

Io ne ho presi una campana da 10 in fiera, marcati Kodak, sono certificati 8x e li ho pagati 1,80. Il loro prezzo era 2,00 Euro ma siccome eravamo in gruppo ed abbiamo acquistato in quantità ci ha fatto un piccolo sconto. :stuck_out_tongue:

Il prezzo non lo ricordo più, so solo che se li registri a
4x, il secondo layer viene completamente scassato,
non so Con il nuovo firmware 1.11 ma con l’1.10 il
risultato erano dei bei Orologi a doppio strato :frowning:

La confezione era da 5 Pezzi con la custodia in Plastica
rigida da CD per Intenderci.

( Non ricordo se 17.90€ o 19.90€ acquistati quando
un singolo Verbatim andava ben 7€ Cadauno )

e ti pareva che c’era qualche fregatura… :doh:

Insomma la morale della favola è sempre la stessa: per i Dual Layer, Verbatim e nient’altro :slight_smile:

A mio avviso la technologia Ricoh è fixabile con
un semplicissimo aggiornamento del firmware, che
non si sa ma magari già tutte le unità hanno fatto.

Già già … buona fortuna. :bigsmile:

Dalla lista quì sotto, non mi sembra che il supporto
a questa tecnica produttiva non ci sia, anzi mi sembra
pure che in molti modelli sia stato risolto proprio con un
firmware update.

Va considerato che i modelli più moderni a quelli in questa
lista già vengono prodotti con il supporto.

Se dopo parliamo di masterizzatori presi così magari perchè
proposti da ditte che brandizzano solo, come Traxdata,
allora, se poi i supporti si piantano è il minimo da spettarsi.

http://www.ricohpmmc.com/uk/products/media/dvdRDL/details/Compatibility1.asp

Si, la lista l’ho vista (in effetti era nel link che avevo segnalato io nel mio post sugli inverted stack). Ma personalmente mi fido molto di più della ventina di prove che ho fatto con quei supporti su Pioneer, Plextor, NEC e LiteOn e su quello che numerosi utenti di CDFreaks (e non solo CDFreaks) riportano riguardo a problemi relativi ai Ricoh D0x… giusto per citarne alcuni:

http://club.cdfreaks.com/showpost.php?p=1667142&postcount=8
http://club.cdfreaks.com/showpost.php?p=1800742&postcount=11
http://club.cdfreaks.com/showpost.php?p=1743872&postcount=15

C’è di peggio ovviamente… i Ritek DL ad esempio. Mentre alcuni hanno ottenuti risultati apparentemente buoni (anche se non a livello dei “buoni” MKM001) con dei CMC MAG.

Ad ogni modo, se con circa € 2.50 riesco ad ottenere risultati come quello sotto (Pioneer 1.12 fw 1.15 a 4x), personalmente non mi va di risparmiare qualche euro e rischiare. :wink:

A proposito… mi scuso con il moderatore per essere causa dell’OT… in questo thread andrebbero postate scansioni Plextor, e queste sono Pioneer. :doh:



Un piccolo addendum (perdono [I]geno888[/I] :bow: ): entrambe le liste (quella relativa ai 2.4X DL e quella relativa agli 8X DL) sono datate 14 febbraio 2006, ossia un’[I]eternità [/I] nella tempistica del mondo della masterizzazione. Modelli come il Pioneer [B]111[/B] e [B]112[/B] (quest’ultimo fra i migliori masterizzatori di DL in assoluto) non sono neanche menzionati. Inoltre in fondo si legge anche questa frase:

[B]Appearance of a writer on these lists does not constitute a guarantee of compatibility[/B]. Furthermore, please be aware that changes in specifications, etc., can affect write compatibility. (…) These lists are [B]based solely on the results of tests performed by Ricoh, using its own testing methods[/B].

Nella sezione internazionale questo viene chiamato “marketing gimmick”. :bigsmile:

Grazie al moderatore per avere splittato il thread. :clap:

Parafrasando un noto proverbio, “una scansione e un TRT valgono più di mille parole”… :wink:

Ho masterizzato con il Pioneer 112 (fw 1.21), che considero al momento il migliore masterizzatore DL in mio possesso (perlomeno per i Verbatim che sono gli unici che uso e che mi sento di consigliare), un [B]DVD+R DL 2.4x[/B] della Ricoh (RICOHJPN D00).

Come è possibile vedere dalla snapshot di ImgBurn allegata, il firmware consente [B]2.4x[/B] come unicà velocità possibile, e già questo dice qualcosa. :wink:
Dopo 45 minuti di masterizzazione, ecco i risultati:

la scansione PIE/PIF tutto sommato è incoraggiante, ma [U]alla prova del TRT[/U] (effettuato su due drives differenti, l’AOpen utilizzato anche per il TRT della mia precedente scansione e il LiteOn 20x utilizzato per il test PIE/PIF) [U]il disco rivela tutte le sue pecche[/U] (fra parentesi, sui miei due lettori standalone funziona comunque perfettamente).

Il mio consiglio resta sempre è comunque utilizzare solo Verbatim DVD+R DL… al limite, se proprio avete dei Ricoh da smaltire, [I]masterizzateli su drive Plextor[/I].





:eek: il TRT è stata la prova del fuoco con quei dischi :frowning:

Grazie per aver postato i test [B]topinambur[/B] :flower:

Beh quanto meno risulta che il liteon è un lettore meno schizzinoso dell’Aopen :stuck_out_tongue:

Quelle due scansioni comunque dimostrano non che la technologia Ricoh
non sia buona come idea, ma dimostra che come supporti fanno abbastanza
schifo :eek:

Avevo già fatto delle masterizzazioni, andate non a buon fine, ma va notato
che li avevo scritti a 4x velocità che il Plextor dava come compatibile, c’è
pure un vecchio post a riguardo, io non voglio rivalutare il suppoerto è solo
che mettendo su il firmware 1.11 (Non troppo aprezzato) ho avuto un netto
miglioramento, che poi con il Pioneer venga non proprio ok, è un altro discorso,
visto che era una scansione Plextor.

Tornando al discorso… Verbatim c’è un Invasione di prodotto ufficiale
matarocco, soprattutto nelle fiere paesane dell’elettronica, come diavolo
si può riconoscere al volo una campana che non contenga quelle maledette
fregature, che sono pure peggio dei Ricoh alla fine !??

Personalmente non capisco cosa intendi per “bontà dell’idea della tecnologia Ricoh”. Onestamente dell’idea (e della tecnologia Ricoh) mi importa ben poco… sicuramente a loro sì perchè a quanto pare il processo Inverted Stack è più economico di quello tradizionale. :bigsmile:
Quello che interessa a me è la bontà del [I]risultato[/I]… che a mio parere non è abbastanza soddisfacente, con nessun masterizzatore. E, come ho già detto, è una opinione che mi sono fatta su diverse masterizzazioni e non soltanto questa. Il masterizzatore che riesce ancora oggi a trattare decentemente questi D00 è il mio Plextor 716.

Ovviamente se i problemi di questi supporti siano imputabili alla tecnologia o meno non lo so direttamente dalla Ricoh, ma è una informazione che ho trovato sui vari forum, soprattutto quando, dopo la prima immissione sul mercato, pochissimi masterizzatori (principalmente i Plextor) erano in grado di produrre qualcosa che fosse anche minimamente leggibile. Probabilmente tu sei uno sviluppatore di firmware da quello che dici, quindi ne sai di più di me. Lo deduco dalla tua affermazione

che onestamente io non avrei la minima idea di dove e come andarla a trovare.

Sarei ben lieto di conoscere un masterizzatore che riesce a ottenere costantemente un TRT regolare su quei dischi, quindi invito tutti coloro che usano questi Ricoh (e i D01) a contribuire.

Tornando al discorso… Verbatim c’è un Invasione di prodotto ufficiale
matarocco, soprattutto nelle fiere paesane dell’elettronica, come diavolo
si può riconoscere al volo una campana che non contenga quelle maledette
fregature, che sono pure peggio dei Ricoh alla fine !??

Ho scritto cosa penso al riguardo nell’altro thread che hai iniziato.