In ricordo della strage in america

vbimport

#1

Mi sembra doveroso un post per ricordare quello che è accaduto qualche giorno fa in america. Un pensiero doveroso di cordoglio a tutte le vittime e ai loro famigliari. Tre minuti di silenzio non son sufficienti ma l’importante è averli fatti col cuore…

SALUTONI…


#2

Questa sera tutti accenderanno un lumino alla finestra,

per la pace e contro la guerra!

Che il mondo si illumini per la pace!!!

una preghiera per tutti i caduti che non c’entravano nulla con quel pezzo di marda afgano!!!

A MORTE BIN LADEN


#3

Concordo pienamente … maledetti arabi mangiamerde di cammello !!
Loro e tutti i medio-orientali, ci hanno portato solo guerra, fame e distruzione.
Da sempre.
Con il loro cazzo di petrolio e di banche arabi, ebrei e musulmani hanno sempre fatto il bello ed il brutto tempo in occidente, ci hanno imposto i loro prezzi ed il loro modo di fare barbaro.
E questo e’ anche il risultato di tutti quelli che hanno voluto societa’ multietniche e che hanno aperto le porte a tutti, cani e porci, proteggendo e coccolando il povero negretto od il povero naufraghello … un cazzo!
Pensiamo prima alla nostra gente ed ai nostri figli !!!
Ci volevano 10mila morti perche’ il nostro governo si svegliasse ed approvasse in fretta e furia una rigida legge contro l’ immigrazione clandestina ??
Bravi, clap clap clap, complimenti!
E non venitemi a parlare della misericordia di Dio … quel Dio che conoscevo io e’ morto sotto le macerie delle Torri Gemelle.


#4

Originally posted by Minamoto Kobayashi
Concordo pienamente … maledetti arabi mangiamerde di cammello !!
Loro e tutti i medio-orientali, ci hanno portato solo guerra, fame e distruzione.
Da sempre.
Con il loro cazzo di petrolio e di banche arabi, ebrei e musulmani hanno sempre fatto il bello ed il brutto tempo in occidente, ci hanno imposto i loro prezzi ed il loro modo di fare barbaro.
E questo e’ anche il risultato di tutti quelli che hanno voluto societa’ multietniche e che hanno aperto le porte a tutti, cani e porci, proteggendo e coccolando il povero negretto od il povero naufraghello … un cazzo!
Pensiamo prima alla nostra gente ed ai nostri figli !!!
Ci volevano 10mila morti perche’ il nostro governo si svegliasse ed approvasse in fretta e furia una rigida legge contro l’ immigrazione clandestina ??
Bravi, clap clap clap, complimenti!
E non venitemi a parlare della misericordia di Dio … quel Dio che conoscevo io e’ morto sotto le macerie delle Torri Gemelle.

Concordo Yashy e aggiundo che se avessero lasciato fare al Furer questo problema non ci sarebbe stato!

Andrea1


#5

Moderatori… forse questo post è bisognoso di chiusura.
Grazie.
Bye
V.


#6

Non vorrei fare il censore, il lamer o la spia, ma e’ meglio che questo thread sia tenuto d’occhio da piu’ di un moderatore.


#7

Concordo in pieno…ma fino a che il forum sarà in versione ristretta evitiamo dibattiti politici stile “PORTA A PORTA”…potrebbe esserci qualcuno che non la pensa in questo modo e allora ci sarebbe un altra pioggia di offese ecc…


#8

Gia’ Hitler a suo tempo temeva gli orientali, lo ammise apertamente.
E per spaventare Hitler ce ne voleva.
Cosa e’ cambiato da allora?
Poco o niente.
Lo testimonia quello che resta delle due torri gemelle.
A cosa e’ servito buttare giu’ l’ impero tedesco se poi ne arriva un altro medio orientale che ne combina di peggio ?
Mi spiace solo che ne vadano di mezzo sempre e solo le persone innocenti.
Forse adesso l’ America piangera’ i suoi morti come a suo tempo hanno pianto i parenti dei due milioni di morti che gli americani hanno fatto a Hiroshima e Nagasaki.
Questa non e’ stata una nuova Pearl Harbour, questa e’ stata una piccola atomica nel cuore dell’ America.
Gli indiani direbbero che e’ la legge del Karma, che prima o poi chi ha fatto del male lo subira’.
Il fatto e’ che mi scoccia che siano sempre gli innocenti a doverci rimettere le penne.
Sarebbe stato piu’ coerente, sebbene sempre atroce, buttare giu’ la Casa Bianca con Bush dentro, piuttosto che 10mila impiegati, non trovi?
Non parliamo quindi di punizione divina, perche’ nelle stragi non c’e’ nulla di divino.
Ricordi la Bibbia e la descrizione di Sodoma e Gomorra?
Due citta’ simbolo della perdizione, della corruzione e della piu’ totale depravazione.
Dio puni’ il popolo delle due citta’ facendole crollare.
Possibile che in mezzo a migliaia di persone non ci fosse un neonato innocente, che non avesse ancora il culo rotto?
Scusa questa non e’ dissacrazione, e’ una pura osservazione fatta da un comune essere mortale che ragiona con il suo metro di misura.
L’ alluvione di Firenze una punizione divina?
Perche’ secondo i preti le persone malvage abitavano tutte tra il piano terra ed il primo piano della citta’???
Un profondo rammarico per la montagna di vittime innocenti ed un fan culo in egual misura da spartire tra gli assassini internazionali e quelli che tentano in tutti i modi di giustificare le stragi umane ed animali …


#9

Boni boni con le parole eh! Ora stiamo divagando… non vorrete scatenare una guerra da un post sulla pace spero!
L’unica cosa che possiamo dire è che tutte le vittime innocenti il quale unico sbaglio è stato quello di visitare una imponente struttura, miracolo dell’ingegneria edile americana, simbolo di tanti pensieri americani per godersi l’ultima fantastica vista sulla città , non avevano la minima idea di quello che sarebbe successo da li a minuti, non avevano in quel momento ideali di guerra verso un paese arabo, quindi (sempre se sia stato LADEN) non dovevano assolutamente morire per una causa a loro completamente sconosciuta!!
E’ questo il vero disastro psicologico e morale della faccenda, le migliaia di vittime civili, turisti, dipendenti che stavano facendo il loro lavoro e magari avevano passato le ultime ferie in Egitto ad ammirare il paesaggio e le persone che l’hanno creato, persone che non avevano nulla contro quelle persone e magari sono stati i primi a lottare per far approvare la loro immigrazione!

Chiunque abbia organizzato il tutto non aveva un briciolo di diritto di massacrare quelle persone, se la poteva prendere solo con gli organi militari, avrebbe potuto benissimo buttar giù la Statua della Libertà , che avrebbe demoralizzato e infuriato gli americani allostesso modo, ma ha voluto strafare e per questo verrà sicuramente punito, lui o il capro espiatorio di turno che sia!
Ma non possiamo fare discorsi sul nazismo e via dicendo, per quanto possa essere anch’io di quella tendenza politica, non credo siano discorsi da fare in questo momento e in questo luogo, popolato anche da persone sensibili all’argomento che possono reagire in modo sbagliato, provocando di nuovo del caos!

Per tutte quelle vittime non possiamo far altro che ricordarle in vita ed accettare la tragedia mandando giù il boccone amaro, sperando che il macellaio faccia la fine + brutta che si possa meritare!


#10

BHe abbiamo detto la nostra caro vecchio Yaschy, io ho finito e tu?

Andrea1


#11

Postato da un’amica.

Quando la storia si presenta come un film
di ALESSANDRO BARICCO


E tutti ci ricorderemo dove eravamo in quel momento. Seduti in macchina a cercar parcheggio, con la testa tra i surgelati a cercar la paella, davanti al computer a cercare la frase giusta. Poi uno squillo di telefonino, e l’amico, il parente, il collega che ti staccano una storia inverosimile di aerei e grattacieli, ma va’ via, dai, lasciami perdere che oggi è già una giornata difficile, ma lui non ride e dice: ti giuro che è vero. Ricorderemo l’istante passato a cercare in quella voce una qualunque sfumatura di ironia, senza trovarla. Ti giuro che è vero. E non dimenticheremo la prima persona a cui abbiamo telefonato, subito dopo, e nemmeno quel pensiero - immediato, sciocco ma incredibilmente reale - “Dov’è mio figlio?”, i miei figli, la mamma, la fidanzata, domanda inutile, perfino comica, lo capisci subito dopo, ma intanto è scattata - la Storia siamo noi, è solo un verso di una canzone di De Gregori, ma adesso ho capito cosa voleva dire - risvegliarsi con la Storia addosso. Che vertigine.

Neanche sappiamo esattamente cosa è successo. Ma certo la sensazione è precisa: molte cose non saranno mai più come prima. E molte cose non saranno più, tout court. Invidio l’intelligenza e la lucidità di chi è capace, qui e adesso, di capire quali e di dircelo. Aspetto fiducioso. E intanto non riesco a non ripensare alla frasetta che tutti pronunciano, ossessivamente, senza paura di essere banali: è come un film. E’ ovvia, eppure tutti la ripetono, e ci deve essere qualcosa lì dentro che vogliamo dire ma non riusciamo a capire, qualcosa che abbiamo in mente, e che è importante, ma che tuttavia non riusciamo a tirar fuori.

Me la rigiro nella testa, la frasetta, e arrivo a capire che c’è qualcosa, in quello che vedo alla televisione, che non quadra, e non sono i morti, la ferocia, la paura, è ancora qualcosa d’altro, qualcosa di più sottile, e mentre vedo per l’ennesima volta quell’aereo che vira e centra il totem sberluccicante nella luce del mattino, capisco quello che mi sembra, davvero, incredibile, e anche se mi sembra atroce dirlo, provo a dirlo: è tutto troppo bello. C’è un’ipertrofia irragionevole di esattezza simbolica, di purezza del gesto, di spettacolarità , di immaginazione. Nei diciotto minuti che separano i due aerei, nello sgranarsi degli altri veri e falsi attentati, nella invisibilità del nemico, nell’immagine di un Presidente che se ne parte da una scuoletta della Florida per andare a rifugiarsi nel cielo, in tutto questo c’è troppa maestria drammaturgica, c’è troppo Hollywood, c’è troppa fiction. La Storia non era mai stata così. Il mondo non ha tempo di essere così. La realtà non va a capo, non concorda i verbi, non scrive belle frasi. Noi lo facciamo, quando raccontiamo il mondo. Ma il mondo, di suo, è sgrammaticato, sporco, e la punteggiatura la mette che è uno schifo. E allora perché la storia che vedo accadere in quel televisore è così perfetta? Perché è già perfetta prima che la raccontino, nello stesso istante in cui accade, senza l’aiuto di nessuno?

Allora mi sembra di capire qualcosa di quella frasetta ripetuta ossessivamente, è come un film. La ripetiamo perché lì dentro stiamo cercando di pronunciare una paura ben precisa, una paura inedita, mai avuta prima: non è il semplice stupore di vedere la finzione diventare realtà : è il terrore di vedere la realtà più seria che ci sia accadere nei modi della finzione. Ti immagini l’uomo che ha pensato tutto quello e puoi forse sopportare la ferocia di quello che ha pensato, ma non puoi sopportare l’esattezza estetica con cui l’ha pensato: come l’ha fatto è spaventoso almeno quanto quello che ha fatto. Ne siamo terrorizzati perché è come se qualcuno, improvvisamente e in modo così spettacolare, ci avesse portato via la realtà : è come se ci informasse che non ci sono più due cose, la realtà e la finzione, ma una, la realtà , che ormai può accadere soltanto nei modi dell’altra, la finzione: e non solo per scherzo, nelle trasmissioni televisive in cui veri uomini diventano falsi per far finta di essere veri, ma anche nelle curve più reali, atroci, clamorose e solenni dell’accadere. Sembrava un gioco: adesso non lo è più.

Non so. Chi sa mi spiegherà cos’è successo l’11 settembre 2001, e cosa è cambiato per sempre, ieri. Io sto giusto pensando che, tra le altre cose, è anche successo che è andato in corto circuito il raffinato meccanismo con cui la nostra civiltà da tempo scherzava col fuoco e drogava la realtà spingendola verso le performences che sarebbero solo a portata della finzione. Credevamo di poter mantenere un sufficiente dominio su quel giochetto. Ma qualcuno, da qualche parte, ha perso il controllo. A nome di tutti. Adesso è facile chiamarlo pazzo, ma è evidente che è pazzo di una pazzia assai diffusa in famiglia. L’abbiamo coltivata allegramente: adesso eccoci qui, con il televisore davanti che ci srotola quella storia smerigliata e perfetta, eccoci qui, col vago sospetto di essere lo show del sabato sera di qualcuno. Qui a guardarci intorno impauriti, giusto per verificare che tutto questo è vita, magari morte, ma non un film.

(12 settembre 2001)


#12

Mandare giu’ il boccone amaro ma non dimenticare.
D’ altronde dopo quasi 50 anni dalla strage ebrea si continua ancora a ricordare e ricordare e ricordare e si fanno films e si fanno congressi e si fanno rimembranze e si fanno messe e si condannano ancora i tedeschi … e basta!
Adesso e’ ora che si comincino a fare films documentari e messe per quei poveri innocenti delle due Twin Towers e che tutti inizino a far notare al mondo intero che i mostri passati sono inutili da rievocare perche’ sono molto piu’ pericolosi i mostri di oggi, quelli ancora in vita, che se ne strafregano delle lezioni della storia.
C’e’ una sola cosa che apprezzo del mondo arabo: le punizioni esemplari.
Li chi ruba ha le mani amputate.
Chi violenta ha il pisello tagliato.
Chi uccide verra’ a sua volta ucciso.
Si lo so, se qui in Italia se si applicassero le stesse leggi almeno meta’ della popolazione sarebbe mutilata o sottoterra … pero’ ricordo che anche Gesu’ Cristo disse un tempo “Occhio per Occhio, dente per dente”.
Nessuna giustificazione e nessuna attenuante per nessun omicida o criminale che sia, che ognuno venga ripagato dello stesso male che ha fatto agli altri.
Si cattura Bin laden, lo si tiene in prigione fin quando c’e’ da qualche parte nel mondo c’e’ un palazzo da demolire.
Poi lo si porta nel terrazzo di tale costruzione, e lo si fa crollare con lui sopra.
Cosi’ provera’ anche lui le stesse emozioni che ha fatto provare a 10mila americani …


#13

Ragazzi non iniziamo con le polemiche politiche…
sappiamo tutti che a questo forum non è mai piaciuta la politica…

Moderatevi


#14

Certo certo come no …

  • Moderatori, chiudete il post perche’ e’ off-topic
  • Moderatori, cancellate il topic perche’ ci sono parolacce e noi siamo bravi bambini
  • Moderatori, eliminate Minamoto Kobayashi perche’ non parla di codici o come copiare programmi
  • Signora maestra, tenete d’ occhio Mina perche’ piange i morti innocenti invece che i Cds bruciati …

… ma non vi vergognate nemmeno un pochettino?


#15

Concordo PIENAMENTE con mina.

Solidarietà da parte mia a tutto il popolo Americano.


#16

Toh! Il post non e’ degenerato!
GALATTICO!!!

Moderatoriiiii…forse e’ il caso di mettere una parolina buona per noi al gran capo… :slight_smile:

(Scherzo!!!)