Il thread dedicato a Linux (discussione generale)

Tutti i programmi e dico tutti i programmi che normalmente usiamo su Windows per la nostra passione (masterizzazioni)girano a meraviglia su Linux.
Imgburn,kprobe,cdspeed, ripit4me,dvdrebuilder e i suoi encoder e transcoder etc, basta configurare correttamente Wine per ognuno di loro.
@Geno
un po mi spiace che con Ubuntu ti sia andato tutto male. Io in tempo di broncopolmonite,eh si tempo ne avevo molto, ho provato tutte le distribuzioni Linux gratuite possibili ed immaginabili ma nessuna è paragonabile ad Ubuntu,per mia personale opinione.
L’ho installato ormai senza problemi su 2 pc miei ,il mio portatile (il vaio) e su 2 pc di amici.ùHo usato indifferentemente schedre grafiche Ati e Nvidia senza nessun problema e senza nessun vantaggio di una scheda rispetto ad un’altra.
Se veramente doti il pc di una scheda madre nuova,fai un’ultimo tentativo, io ad esempio avevo un problema rompi rompi con l’attivazione dell’Udma ma era dovuto a quella cavolo di scheda madre Asrock che avevo prima. Poi ,da cocciuto che sono, l’ho risolto. Beh insomma io non avevo particolari preferenze per una distribuzione rispetto ad un’altra,anzi Mint(sempre comunque nativa da Ubuntu) era quella che graficamente mi stuzzicava di piu’, ma l’utilizzo con Ubuntu è stato insuperabile
Credimi,provati,Fedora,Mandriva,Opensuse.
e chi piu’ ne ha piu’ ne metta,ma non sono assolutamente all’altezza di Ubuntu.

K3b è nato per Kubuntu anche se utilizzabile con Ubuntu,non è sempre al 100% affidabile sulle velocita’ settate, qualche piccolo problemino lo da, come diceva Geno,molto meglio far girare Imgburn, se poi servono i settaggi sicuri su Wine,ve li passo io.

Il terminale? stupendo, non si puo’ fare a meno di usarlo, ti fa innamorare e ti fa capire Linux

Scusami una domanda Batmax:installando IMGBurn tramite Wine poi come si fa se voglio masterizzare un file che ho su Ubuntu?Non so se mi sono spiegato,praticamente mi fa prendere i file solo dal suo ambiente,cioè quella specie di virtualizzazione di Windows,se devo prendere un file in Ubuntu per masterizzarlo?
GRAZIE

Ma guarda che sul notebook ho solo Ubuntu e lo faccio senza problemi. E’ la stessa cosa che usandolo in Windows, segui il percorso allo stesso modo

Se a qualcuno interessa, ho installato xubuntu (la versione piu’ leggera di Ubuntu) sulla PS3 con una partizione di 10 gb, e ho praticamente ottenuto un altro Pc. Diciamo un filino lento per le operazioni tradizionali del pc (ma velocizzabile specialmente smanettando sulla gestione della ram) ma ottimo e veloce per navigare,specialmente connesso tramite wireless.
Se qualcuno è interessato posso postare passaggi e trucchi per ottimizzare.

ame piace di + kubuntu…se uno vuole imparare bene linux devo per forza mettere o suse o debian…kubuntu-ubuntu sono uguali praticamente a windows

Se uno vuole imparare bene Linux deve avere voglia di farlo, e poi lo fai con qualiasi distro, logico c’è quella che ti costringe a farlo e quella no, ma nulla ti impedisce di agire in modo uguale con tutte le distro.
Io ad esempio con Ubuntu uso solo ed esclusivamente la console ed è gia’ un ottimo aiuto per capire Linux.
Ma che siano uguali a Windows,beh insomma, qualche distro come aspetto (ma non piu’ di quello) è nata per non impaurire gli utenti che fannno il passaggio da Windows , ma nulla piu’. Anzi quelle piu’ simili a Windows mi sembrava fossero mandriva fedora e opensuse, pero’ posso ricordare male.
Kubuntu o Ubuntu(che poi sono la stessa identica cosa.cambia solo utlizzo con Kde o con Gnome) non sono indicati da mettere sulla Ps3, sono un po’ troppo pesantucci per una macchina come la Ps3.
Xubuntu è la versione piu’ leggera ed è quella che si adatta meglio

Su questo non sono daccordo… Anche suse e debian sotto molti aspetti somigliano a windows. Se vuoi una distro più “purista” allora devi andare sulla Slackware, oppure sui sistemi basati su BSD (il BSD è un sistema molto più simile a Unix rispetto al Linux, il quale è esso stesso basato su Unix per molti aspetti).

Il sistema didattico in senso assoluto, però, è il cosiddetto “Linux from scratch” (LFS), che in pratica è un manuale che viene aggiornato periodicamente che permette di costruirsi da soli la propria distro Linux personalizzata a partire dai sorgenti. LFS è certamente il massimo per chi vuole imparare sul serio com’è fatto Linux e come funziona.

Va da se che non è una cosa da tutti: ci vogliono delle solide nozioni di informatica per capirci qualcosa. Chi (come me) non ci capisce nulla rischia solo di impazzire :eek:

[QUOTE=geno888;2425659]Su questo non sono daccordo… Anche suse e debian sotto molti aspetti somigliano a windows. Se vuoi una distro più “purista” allora devi andare sulla Slackware, oppure sui sistemi basati su BSD (il BSD è un sistema molto più simile a Unix rispetto al Linux, il quale è esso stesso basato su Unix per molti aspetti).

Il sistema didattico in senso assoluto, però, è il cosiddetto “Linux from scratch” (LFS), che in pratica è un manuale che viene aggiornato periodicamente che permette di costruirsi da soli la propria distro Linux personalizzata a partire dai sorgenti. LFS è certamente il massimo per chi vuole imparare sul serio com’è fatto Linux e come funziona.

Va da se che non è una cosa da tutti: ci vogliono delle solide nozioni di informatica per capirci qualcosa. Chi (come me) non ci capisce nulla rischia solo di impazzire :eek:[/QUOTE]

si scusami ho sbagliato volevo dire slack o fbsd

Al momento io non ho una grande esperienza con Linux, però una delle distribuzioni che ho provato e che hanno funzionato al primo colpo senza alcun intervento da parte mia è la Slax (che deriva dallo Slackware). Pur essendo una distro minimalista, al suo interno ha il WINE, ed ero riuscito a far funzionare uTorrent sul Linux :eek:

Arch (distro), riga di comando nuda e cruda.
Li si sei costretto ad imparare Linux

vuoi dire che la Arch è [B]tutta[/B] a riga di comando? Nel senso che neppure una volta installata ha un’interfaccia grafica o un ambiente desktop tipo Gnome o KDE? :eek:

No, voglio dire che è un sistema che ti devi letteralmente costruire da solo, di base ha poche ed essenziali librerie, pero’ compensa con velocita’ e potenza,
E’ una distro che ci si costruisce sulle proprie esigenze ed è molto personalizzabile e la riga di comando necessita proprio di padronanza assoluta.:doh:
Sara’ la mia prossima distro credo. (sempre che ne abbia il tempo per curarla):sad:

Riga di comando? :eek:
Ma andiamo avanti o indietro? :bigsmile:
Scusa la domanda banale: velocità e potenza per fare cosa? Immagino che tu batmax ti riferisca ad un utilizzo su server vero?

No, non ad un server.
Bisogna provarlo Linux. Snello veloce, flessibile,leggero. Pensi che ad un Pc non necessitino queste caratteristiche? :disagree:
Allora restiamo con i pc con 256 di ram, disco fisso da 40 e singolo processore,magari un vecchio Pentium 3. Se il sistema operativo ti aiuta ad incrementare le prestazioni tanto meglio non credi? Visto che certe distro Linux resuscitano anche vecchi Pc sui quali nessun Windows sarebbe in grado di girare.:flower:
La riga di comando? puoi far tutto anche senza.
Ma quella distro,la sua bellezza, è che puoi personalizzarla completamente e fartela su misura e per le tue necessita’ e li necessiti di buon utilizzo della riga di comando, che ha anche un fascino tutto suo.
Piu’ che altro la riga di comando (che puoi anche non utilizzare) ha una funzione propedeutica. Ti aiuta a capire Linux e come è strutturato. Poi se uno non vuole, non la usa:p:p

[QUOTE=batmax;2428903]No, non ad un server.
Bisogna provarlo Linux. Snello veloce, flessibile,leggero. Pensi che ad un Pc non necessitino queste caratteristiche? :disagree:
Allora restiamo con i pc con 256 di ram, disco fisso da 40 e singolo processore,magari un vecchio Pentium 3. Se il sistema operativo ti aiuta ad incrementare le prestazioni tanto meglio non credi? Visto che certe distro Linux resuscitano anche vecchi Pc sui quali nessun Windows sarebbe in grado di girare.:flower:
La riga di comando? puoi far tutto anche senza.
Ma quella distro,la sua bellezza, è che puoi personalizzarla completamente e fartela su misura e per le tue necessita’ e li necessiti di buon utilizzo della riga di comando, che ha anche un fascino tutto suo.
Piu’ che altro la riga di comando (che puoi anche non utilizzare) ha una funzione propedeutica. Ti aiuta a capire Linux e come è strutturato. Poi se uno non vuole, non la usa:p:p[/QUOTE]

Ah, meno male, altrimenti sarebbe stato veramente un salto indietro, anzi due o tre. :slight_smile:

Una domandina per il nostro grande esperto di Linux :bigsmile: :bigsmile:

Visto che io non ci capisco un granchè, ma mi piacerebbe utilizzarlo prima o poi…che ne pensi di questo??

[B]Scopri la distribuzione GNU/Linux adatta a te con Linux Distribution Chooser[/B]

http://www.megalab.it/5013/scopri-la-distribuzione-gnu-linux-adatta-a-te-con-linux-distribution-chooser

Non so chi sia l’esperto di Linux qui, io sono solo appassionato e voglioso di conoscerlo sempre meglio(lo uso solo da 8 mesi e prima non ne sapevo assolutamente nulla) ma io a suo tempo,mi ricordo, feci un altro tipo di test.
Che dire?
sono divertenti.
Io ho provato un sacco di distro, mi sono fidato piu’ ad istinto di quella che mi si confacesse di piu’:p:p

Comunque per curiosita’ ho provato il test e…
Ubuntu e Mint (che sono praticamente quasi la stessa cosa) e guarda caso sono le distro che preferisco, sembra ci abbia azzeccato:bigsmile:

Allora,finalmente ci sono e condivido con voi le mia ultime fatiche.
Dopo praticantato notturno finalmente mi sono deciso e mi sono detto vediamo di affrontare Gentoo o Arch Linux e cominciare ad andare su qualcosa di difficile. Alla fine ho provato entrambi (dopo smanettamenti notturni sulle righe di comando ed ho scelto Arch.
Semplicemente favoloso.
Confermo che nonostante un filino di aiuto da un’interfaccia grafico per la base dell’installazione (partizionamento e pacchetti di base) il grosso del lavoro si fa con la riga di comando,come anche l’utilizzo primario del sistema, certo si puo’ poi installare l’ambiente desktop preferito,ma poi per costruirsi il sistema secondo le proprie esigenze la riga di comando è essenziale e altamente libidinosa.
Prime impressione sono pazzesche.
Velocita’ del sistema che vi fara’ sembrare non solo le distribuzioni Windows compresa Windows 7 delle lumache zoppe ma anche le altre distro Linux.
Veniamo a cio’ che interessa noi.
Premetto che sto usando l’architettura a 64 bit.
Dvd rebuilder.
Ecco è qui che sono rimasto a bocca aperta.
Questo programma è il piu’ tosto tra quelli che utilizziamo normalmente noi, da far girare sotto Linux.
Fino ad adesso solo sul portatile era andata bene e solo su una distro particolare ,Mint.
Qui la musica è cambiata totalmente.
Partito, usando e configurando correttamente wine (2 notti di bestemmie perchè non esiste la versione a 64 bit e ho dovuto adattare quella a 32) e andato come un siluro.
Abbinato all’encoder gratuito ed ottimo quale HCenc, ho finalmente visto il lavoro del quad core.
4 belle finestrelle che lavoravano in contemporanea con 4 file diversi.
Codificato un film backuppato dal mio originale in meno di mezzora,ripeto usato un encoder(quelli che prima li facevi andare di notte per trovarti pronto il lavoro al mattino) e non un transcoder.
Mi riprometto in seguito di postare tutte le impressioni di utilizzo con i vari programmi che usiamo con i Dvd noi appassionati, mi sentivo solo di voler condividere con voi il primo approccio a questa nuova distro Linux e all’utilizzo con i software che sono il nostro pane quotidiano

Oltre delle impressioni perché non posti anche una guida passo passo? :bigsmile:

Per installare Arch intendi o per far funzionare sotto wine con i vari programmi ? (cdspeed,rebuilder, etc etc.)