Hard disk interno da 3,5'' e adattatori ide-sata

vbimport

#1

salve a tutti,

avrei intenzione di comprare un hard disk interno per farne un’unità di storage dati da collegare saltuariamente al portatile solo in caso di archivizione.
per fare ciò avrei individuato come hard disk da 3,5’’ il WD CAVIAR GREEN SATA che sembra il più indicato per lo storage.
Premetto che il mio notebook(un compaq C500 del 2007 con sistema Vista) non dispone di porte sata ma entrando nel Bios in Configuration Sistem è presente una voce ‘‘Sata Native Support’’ dove mi chiede se voglio abilitarla o meno quindi (se non erro) ne deduco che la scheda madre dovrebbe supportare l’interfaccia sata(anche se non ci sono le porte)…forse credo si tratti solo di sata 1.
Detto ciò credo che la soluzione al problema sia quella di collegare il disco al pc tramite degli adattatori ide-sata che,oltre a sostituire il box esterno, si trovano anche a poco prezzo.

Secondo voi potrebbe essere una buona soluzione e quali accortezze dovrei avere(esempio eventuali driver,ecc…)?

Infine come adattatori ne ho trovati diversi da questo un pò più costoso della Iomax http://www.amazon.co.uk/IOMAX-SATA-Adapter-Power-Drive/dp/B001A5SK56/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1310863121&sr=8-1
a questo senza marca che sembra un pò più scrauso ma costà la metà http://http://cgi.ebay.it/ADATTATORE-SATA-IDE-USB-CONVERTITORE-CAVO-S-ATA-BRIDGE-/200604384123?pt=Hard_Disk_per_PC_e_Server&hash=item2eb4f3fb7b#ht_3083wt_905.Che ne dite? uno vale l’altro o potrei rischiare di danneggiare l’hard disk?:confused:


#2

Secondo me cambiare le impostazioni del BIOS non è una buona idea, perché si riferiscono ai dischi montati internamente. Cambiando le impostazioni del disco interno rischi di non far funzionare più corettamente il sistema.

Io tempo fa comprai uno di quegli adattatori, ma non sono davvero buoni. Infatti, non essendo dotati di un interruttore, non si capisce bene come farli funzionare senza scassare il disco.

Nei box esterni invece c’è un interruttore, quindi puoi decidere tu quando accenderli. Negli adattatori come quelli che hai indicato tu invece l’alimentazione viene fornita nel momento in cui colleghi il molex al disco, e siccome non sempre il connettore entra al primo colpo, rischi di bruciare il disco se il connettore si stacca e lo devi riattaccare.

Quindi ti suggerisco fortemente di prendere un box esterno oppure questo che è dotato di interruttore.

Ma io preferisco il box esterno, soprattutto questo qui che è dotato di ventole ed eviti il rischio (come è successo a me :doh: ) di friggere il disco.

Un’alternativa per i computer portatili sono anche gli adattatori e-sata express card, come questo, ma devi prima controllare sul manuale del portatile se questo adattatore è compatibile col tuo computer :slight_smile:

infine, ci sono gli hard disk che sono già esterni. I più comodi sono quelli da 2.5" perché non richiedono un alimentatore esterno, ma purtroppo costano anche di più.

Se hai bisogno di alte capacità , allora un disco da 3.5" con un box esterno (ed alimentatore esterno inevitabilmente) è la soluzione migliore.


#3

Ok geno scartato subito quel tipo di adattatore ti chiedo quali consigli tra questi box esterni…premetto che non hanno le ventole(ma lo utilizzerei solo per storage e quindi non lo terrei spesso acceso) ma hanno il tasto di accensione(on/off)

1)Il primo è della Nilox https://www.amazon.it/Nilox-Esterno-Sata-3-5P-Nero-Entry/dp/B004APAQGY/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1311072731&sr=8-2

2)questo della Lindy http://cgi.ebay.it/LINDY-BOX-esterno-SATA-IDE-da-3-5-USB-2-0-/280501907612?pt=Box_per_Hard_Disk_per_PC_e_Server&hash=item414f37709c#ht_3304wt_905

3)ed infine questo della LcPower http://cgi.ebay.it/CASE-BOX-HD-HDD-HARD-DISK-HARDISK-ESTERNO-SATA-3-5-/250846592294?pt=Box_per_Hard_Disk_per_PC_e_Server&hash=item3a679f3d26#ht_6242wt_905

Personalmente prenderei il Nilox in quanto più economico ma non conosco la marca…forse meglio il Lindy.

Infine ho visto che una valida alternativa ai box potrebbero essere le docking station molto più comode ma ne sono dubbioso in quanto l’hard disk tende leggermente a ‘‘vibrare’’ durante l’accensione mentre nei box si mantengono più fermi


#4

Io prenderei il lindy, non perché è di una marca più conosciuta, ma perché permette di collegare dispositivi sia IDE che SATA alla porta USB. Quindi, con quell’adattatore (come faccio io) ci puoi anche collegare un masterizzatore :smiley:

Sulle docking stations sono daccordo. Io ne ho comprata una tempo fa perché pensavo che fosse un’ottima soluzione, ma a parte che il computer nemmeno la riconosce il sistema di aggancio è a dir poco una schifezza. Non si capisce mai se il disco è collegato o no. E rimane il problema del surriscaldamento del disco.

Se il box è senza ventole, suggerisco di lasciarlo aperto e controllare spesso con la mano se il disco scalda troppo. Se scalda, invece di spegnerlo subito soffiaci sopra con un ventaglio, e appena si è raffreddato un po’ spegnilo. Io uso un sistema… diciamo artigianale ma molto efficace. Con l’adattatore “nudo” che avevo comprato ci alimento una ventola da 12 cm che metto a fianco al box aperto. In questo modo posso tenere il disco acceso anche per molto tempo senza rischio di surriscaldamento :slight_smile:

Un altro suggerimento: per usarlo come disco esterno è meglio un drive da 5400 giri, perché quelli da 7200 giri scaldano molto di più :slight_smile:


#5

Grazie Geno per i tuoi preziosi e tempestivi suggerimenti:iagree:

Alla fine mi sa che comprerò l’adattatore della Iomax che avevo visto su amazon.co.uk http://www.amazon.co.uk/IOMAX-SATA-Adapter-Power-Drive/dp/B001A5SK56/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1310863121&sr=8-1
Guardando meglio la descrizione mi sono accorto che oltre ad avere il led di funzionamento dispone anche di due piccoli interruttori:p
inoltre sono molto versatili…infatti oltre ad attacco sata c’è anche quello ide da 3.5 e 2.5…ovviamente bisogna fare molta più attenzione in quanto l’hard disk è senza protezione ma in compenso riscalderà di meno


#6

Ottimo :smiley:

Quando arriva facci sapere com’è :slight_smile:


#7

eccomi di nuovo qua;)
Ho ricevuto da poco l’adattatore della Iomax di cui parlavo e posso dire che per il momento ne sono molto soddisfatto:)
Come si evince dall’immagine, a differenza di altri adattatori usb to sata-ide che si trovano facilmente in rete per circa 10 euro,questo è dotato di due connettori di alimentazione(uno IDE ed un SATA) con rispettivi led ed interruttori on/off

Non vorrei sbagliarmi ma grazie al cavo IDE power connector è possibile collegarvi(credo senza problemi) almeno altri due hard disk avvalendosi di un cavo ‘‘molex to 2 sata’’ e di due cavi adattatori usb sata-ide(senza i rispettivi alimentatori).
Quindi grazie ad un solo adattatore Iomax è possibile utilizzare in tutto almeno 3 hard disk sata di cui 1 collegato al connettore sata e altri due collegati(grazie al cavo molex) al connettore Ide; [U]il tutto avvalendosi di un solo alimentatore ed utilizzando i due interruttori on/off per staccare la corrente[/U],invece di togliere direttamente la spina dalla presa:iagree:.

Questo strumento inoltre presenta altri due vantaggi:

  1. supporta anche hard disk di 2TB …(non è scritto nelle specifiche tecniche ma mi è stato detto dal servizio clienti del venditore)

  2. La spina presenta al suo interno un fusibile che credo sia utile in caso di picchi di tensione.

L’unico(almeno per ora) inconveniente è dato dal fatto che la presa è di tipo inglese: ma trattasi di un problema apparente in quanto è possibile ovviarvi, senza spendere molti soldi, utilizzando un comune adattatore universale italiano. Per facilitare le cose posto un video preso da youtube:http://www.youtube.com/watch?v=BAFjnxIJLa8.

Infine,a titolo di esempio,posto i seguenti link :

1)Strumento principale ossia adattatore Ide-Sata della Iomax : http://www.amazon.co.uk/IOMAX-SATA-Adapter-Power-Drive/dp/B001A5SK56/ref=sr_1_1?s=computers&ie=UTF8&qid=1312824079&sr=1-1

2)Cavo molex to 2 sata : https://www.amazon.co.uk/Molex-to-2-SATA-Internal-Power-Splitter-Cable/dp/B0002GRUV4/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1312824549&sr=8-1

3)Cavo adattatore usb Ide-Sata(senza alimentatore) : http://www.ebay.co.uk/itm/USB-SATA-IDE-CABLE-ADAPTOR-SATA-CABLE-/280716140861?pt=UK_Computing_CablesConnectors_RL&hash=item415bfc613d#ht_1764wt_905.

P.S: Ovviamente sia il cavo molex -sata che quelli usb ide-sata(di cui all’esempio n. 3) vanno comprati a parte e solo qualora si necessita collegare più hard disk


#8

La presa non dovrebbe essere un problema; con l’adattatore risolvi tutto :slight_smile:

Semmai devi controllare se c’è un interruttore di qualche tipo che permette di cambiare i voltaggi. Infatti, oltre ad avere un tipo di presa diverso all’estero hanno anche una tensione differente. Gli apparecchi moderni hanno un circuito interno che cambia le impostazioni automaticamente, ma alcuni vanno impostati manualmente.

Una cosa del genere mi era capitata con un asciugacapelli da viaggio: per fortuna era già impostato nel voltaggio corretto o l’avrei fritto :doh:


#9

geno ti ringrazio per avermi informato…io,essendo totalmente inesperto,non mi ero posto il problema:o e avrei rischiato di bruciare qualche hard disk :doh:

non so se siano attinenti ma leggendo il manuale ho trovato questi dati:

Power adapter Input: 100-240V, 50/60Hz

Power adapter Output: 12V/2A , 5V/2A

la presa invece riporta 230V e 3A.

Facendo alcune ricerche sulla rete sembra che in UK il voltaggio è 220/240 Volts con uno scarto consentito fra 216.2-253 V e 50 cicli al secondo (kHz).
secondo diverse fonti sulla rete,nonostante il voltaggio domestico italiano di 220V, non dovrebbero esserci problemi con l’uso di prese di tipo inglese.
personalmente però non sono in grado di dire se ciò sia corretto o meno


#10

Dovresti essere a posto allora :slight_smile:

Ti serve solo l’adattatore per la presa a muro :slight_smile: