Domanda su DVD Shrink

Ciao a tutti
Ho appena fatto a casa del Babbo, col GSA-4167B, il mio primo backup di un DVD. Il film era Fight Club, con un contenuto totale di 4.5 GB più o meno.
Domande:
1)Non ho smanettato tanto con le opzioni e ho lasciato tutti i contenuti, l’encoding ha impiegato 1 ora e 15 minuti. Normale?
La seconda sinceramente non ha a che fare con DVD Shrink, comunque:
2)Il masterizzatore è impostato come Slave sullo stesso canale di un vecchio lettore CD 32X. Posso lasciarlo così?

Grazie

Saluti

La velocità di compressione che usa DVD shrink dipende dalla potenza del microprocessore. Chiaramente, maggiore è la potenza di calcolo della CPU e minore sarà il tempo di compressione.

Un dato molto interessante è che sulle macchine con processore dual core dvd shrink, per quando non più recentissimo come software, riesce a fare i calcoli in metà tempo rispetto a una macchina a singolo processore. Non so se questo vale anche con le macchine a doppio processore fisico, ma coi processori dualcore funziona (lo so per certo perché alcuni lo hanno provato su un altro forum).

Altri due fattori che influiscono sui tempi di elaborazione di DVD shrink, però, sono il DMA (che DEVE essere abilitato) e la velocità dei dischi rigidi.

Infatti, se la codifica viene fatta direttamente dal DVD e il DMA è disattivato i tempi di elaborazione si allungano perché il flusso dei dati che arriva al processore per l’elaborazione è molto più lento.

Se i dischi rigidi sono lenti, anche se in misura molto inferiore, il discorso è lo stesso. Ovviamente un HD sarà sempre più veloce del più veloce masterizzatore disponibile, ma se l’elaborazione avviene su un DVD precedentemente rippato sul disco rigido, si capisce come mai i tempi di codifica e di scrittura del backup si allungano. Questo vale ancora di più se il DVD rippato e la copia di backup si trovano sullo stesso disco fisico, ancora di più se si trovano su due partizioni differenti. In questo caso la testina deve fare continuamente avanti e indietro per leggere i dati, inviarli al processore per la compressione, e poi scrivere i risultati della compressione da un’altra parte del disco.

In teoria la situazione ideale sarebbe rippare il DVD su un disco rigido, aprirlo con lo shrink direttamente dal disco rigido, e poi inviare l’output su un disco rigido fisicamente separato da quello di origine. I due dischi rigidi devono essere collegati a canali differenti, altrimenti si viene a creare un collo di bottiglia che rallenta le velocità di lettura e scrittura dati.

Spero con tutto questo di non scatenare una polemica come accadde qualche tempo fa su un post analogo :flower:

Grazie della risposta, come al solito molto esaustivo. Il PC comunque è un vecchio AMD Thunderbird 1200, l’HD un economico Maxtor 6Y080L0.

Ah, capito. Beh io invece ho subito fatto l’ISO…

Fare l’ISO come output è una buona idea, almeno dal mio punto di vista, dato che io ormai per masterizzare uso quasi esclusivamente cd-dvd speed o ImgBurn/decrypter.

Se tu crei l’ISO direttamente dal DVD questo rallenta il processo. E poi va considerata anche un’altra cosa: il motivo per cui si fanno i backup è quello di non rovinare i dischi originali. Se lasci il disco per più di un’ora nel lettore, la temperatura nel drive inevitabilmente aumenta, e questo contribuisce ad accorciare la vita dei dischi :wink:

Ah e invece riguardo alla condivisione del canale del masterizzatore con un vecchio lettore CD?
Non c’era il discorso della velocità ATA, ultra DMA o quello che è? Nel senso che se ci sono due unità ottiche sullo stesso canale viaggiano entrambe alla velocità di quella più lenta?

Ma se volessi rimanere con DVD Shrink, come dovrei fare? Come output mettere file su HD, e poi?

Scusa, mi ero scordato di rispondere anche a quello :frowning:

Le due unità possono coesistere sullo stesso canale. Magari imposta come master la periferica più veloce, cioè il masterizzatore, e lascia l’altro come slave.

Il fatto che la periferica più lenta finisce col rallentare l’altra vale solo se masterizzi contemporaneamente su due unità collegate allo stesso canale IDE. Finché le due unità lavorano separatamente, ciascuna non dovrebbe interferire con l’altra.

Ma nel tuo caso è un lettore, per cui non dovrebbe toccare minimamente la masterizzazione. A meno che tu non cerchi di leggere un CD mentre masterizzi. Questo andrebbe evitato.

Capito tutto, di nuovo Grazie.