DDP: Disc Description Protocol

vbimport

#1

Ciao a tutti, ho sentito parlare di questo tipo di immagini e volevo sapere in cosa si differenziano esattamente dalle ISO

le ddp da quanto ho capito sono più accurate o sbaglio?


#2

Sulla Wikipedia ho trovato due definizioni, ma non ci sono molte informazioni a riguardo

Disc Description Protocol, a generic disc image file format commonly used for the transport of mastered audio CD data

oppure

a format in which DVDs can be submitted to replication facilities

Se ho capito bene, si tratta dei dati necessari a chi fabbrica i dischi stampati (quelli che si trovano in commercio tanto per capirci, non quelli da masterizzare)


#3

tali immagini vengono “date in pasto” ai replicatori per stampare più copie (migliaia o milioni) di cd e dvd, fornendo l’immagine “intatta” dei dati da copiare. Si possono anche usare coi comuni masterizzatori (Gear Pro Mastering Edition per esempio le supporta).

Mi chiedevo solo a livello tecnico da cosa si differenziassero dalle comuni iso, perchè per essere usate a livelli così alti qualche differenza ci deve essere


#4

Secondo me non c’è alcuna differenza finché contengono gli stessi dati.

E’ un po’ come se salvi lo stesso identico file su un hard disk formattato in NTFS (il file system di Windows) o su un hard disk formattato in ext4 (uno dei file system di Linux): cambia il modo in cui vengono salvati i dati, ma il contenuto rimane identico.


#5

Non credo sia la stessa cosa, perchè se i ddp sono in grado di comunicare più “fedelmente” i dati ai duplicatori (o come si chiamano), fornendo più precisione, non è una cosa di poco conto. Per esempio ho letto che rispetto agli iso cambia qualcosa a livello di affidabilità , dovrei ritrovare il forum inglese dove l’ho letto. Se non sbaglio si parlava di “pq” e “checksum” . Non a caso programmi che li supportano sono abbastanza costosi. Non credo solo perchè è uno standard a livelli di produzione

Dovrebbero essere usati soprattutto per cd-audio e dvd-video


#6

E’ possibile che ci siano delle differenze dovute al diverso hardware con cui vengono usati. Ad esempio, un masterizzazione è ben diverso dal macchinario necessario per produrre i dischi stampati, ma i dettagli tecnici sul formato non li conosco.

Comunque quella roba correlata al checksum c’è anche negli ISo se non sbaglio.


#7

si il checksum c’è pure negli iso
bisognerebbe sentire qualcuno che magari li usa per lavoro. Sicuramente a noi comuni mortali bastano e avanzano gli iso :smiley:

però avevo sta curiositÃ


#8

Probabilmente sono immagini che contengono anche nel caso dei CD la parte RAW Sottocanali, e nel caso di DVD le chiavi di Decrittazioni CSS, il tutto per ipotesi, non perchè sappia qualcosa in merito, sta di fatto che se devo stampare un DVD per produzione di massa, questo necessita anche si quei dati che
una ISO non può contenere, se devo stampare un SECUROM deve contenere anche dati di densità , nel caso di un FILM deve avere le chiavi CSS, e questi
dati sono a parte, non ci stanno dentro lo standard iso che prevede settori da 2048 vedi che i dati AUDIO usano il Mode2 una variante creata appositamente.
e pure questa è insufficiente se all’audio CD voglio aggiungere una protezione.

GEAR PRO Mastering Edition 8.01
Platform: Windows 7/Windows Vista/XP/2000

* Convert CDs and DVDs to DDP images
[B]* New! Burn DDP Images to CD-R/DVD±R
  • Dual layer and CSS images are supported[/B]
* New! Copy discs to multiple devices
  • Now with multiple copies per device
* Record a GEAR Project to multiple drives
* Automate routine tasks
* Control file system formatting

#9

Grazie gringo :slight_smile: