Da MP3 a CDAudio... Qual'è il più veloce?

vbimport

#1

Come da soggetto: qual’è il software di burning più veloce nella decodifica degli MP3 e scrittura dei CDAudio?

occipiter


#2

Non te ne so consigliare 1 in particolare, ma solitamente io prefersico usare Il Music Match x covertire da Mp3 a Wav, e poi masterizzo il tutto con il buon vecchio cdrwin.

Le vecchie abitutdini sono dure a morire!!!


#3

Io invece ci ho perso molto tempo per vedere quale fosse il sistema migliore, non il più veloce come chiedi tu.
In fin dei conti perchè cercare velocità a scapito della qualità ?

1-Controllo ed eliminazione di eventuali disturbi direttamente sul file mp3, tramite CoolEdit

2-Trasformazione degli mp3 in Wav tramite CD DA Extractor con opzione di normalizzazione in modo da “uniformare” al meglio la qualità audio, rendendo quindi il cd omogeneo (senza tracce differenti ad esempio per volume).

3-Ovviamente, burning con Feurio dai files wav.
Feurio è proprio il migliore; quando il bitrate iniziale è alto, ti accorgi che la qualità finale con feurio è migliore.
Tutti gli altri, Nero, EasyCD ecc, vanno bene se l’mp3 è campionato una schifezza (es. a 128). A quel punto la differenza non la noti proprio, e puoi usarli tranquillamente.

Ciao
Venerdi :slight_smile:


#4

Sinceramente una kosi grande differenza tra una compressione a 128k e una superiore non ho ancora avuto modo di sentirla. Il test l’ho fatto con il mio impianto dolby Surround, attivanto tutte e 5 le casse, se la qualità fa skifo le casse posteriori solitamente fanno un suono a ‘bolle’ (scoppiettii), ma invece ottengo gli stessi risultati con canzoni uguali a bitrate differenti (Ovviamente dai 128k in su)

A mio parere non ha molto senso comprimere sopra i 128k perchè i miglioramenti (se ci sono) non giustificano l’incremento di spazio.

Anke se il mercato vuole farci credere che le mp3 sono molto inferiori alle wav originali, si sbagliano!! E’ una specie di ripensamento delle stesse visto il caso Napster. Basta estrarre bene le tracce con Easy CD-DA Extractor, e poi comprimerle con Music Match (veloce e preciso) e otterrete sempre canzoni di ottima qualità . Sconsiglio vivamente l’estrazione e la compressione diretta in Mp3, troppo facile rovinare i brani.

La normalizzazione serve nel caso in cui fai raccolte con brani di provenienza diversa, mentre per un cd audio intero, questa operazione può essere anche saltata (ammesso che il cd sia stato inciso bene alla fonte)!!!

X Venerdi: cos’ha di speciale i feurio rispetto agli altri software di masterizzazione?


#5

Sarà perchè io non ho orecchio, ma comunque da quello che dicono: 128Kbps non è un framerate adeguato per la qualità CD, mentre 256Kbps è in qualità CD ottimale, ma non se codifichi in MP3 con prodotti Xing, comunque per maggiori info ti rimando a http://www.r3mix.net nella sezione “Quality”.

occipiter


#6

x Emperor

Ovviamente tutto quello che ho detto non riguarda la copia di un CD audio, ma l’assemblaggio di un CD con brani di provenienza diversa (es: Napster).

Tra un bitrate di 128 e uno di 160 la differenza c’è, ed è perfettamente percepibile. Non parliamo poi di campionature superiori.

Te lo dice uno che suonava (ho fatto anche montaggi sonori) e che l’orecchio ce lo ha.
Ho anche un impianto hi-end che mi consente di accorgermene facilmente.

Non ho capito poi il passaggio CD DA Extractor verso music match; CD DA ha funzioni nettamente superiori perchè consente di campionare fino a 320, scegliendo anche fra metodi diversi (es: LAME). Music Match invece no. Con CD DA, music match è del tutto inutile.

Feurio in più ha una cosa che si chiama “qualità del suono”. Se ne accorgono le orecchie (profondità , nitidezza, dettagli, respiro ecc, non si perde quasi nulla). In più il trax editor ti permette di vedere se i tuoi mp3 sono ok.

x Occipiter

Se non ti accorgi delle differenze… che vuoi che ti dica
può andarti bene di tutto… senza impazzire dietro a dettagli tecnici. Masterizza pure con qualsiasi cosa. Dipende dal risultato che vuoi.


#7

Non è che non sento nessuna variazione, o meglio, mi sono capitati brani campionati a 192Kbps, ma che erano praticamente spu**anati, mentre brani a 160Kbps con un suono dalla qualità impeccabile, ovviamente non c’è paragone fra un 128Kbps ed un 160Kbps, ma non colgo le differenze fra bitrate più elevati (Esempio: 160Kbps VS 192Kbps).

occipiter


#8

bhe’ io invece ho provato

con nero
con easy cd creator

e vanno bene entrambi non sono arrivato a farli a 8x

il massimo che arriva il mio plex

e non ho mai avuto problemi

entrambi i programmi partendo dalla versione di nero con mp3
e easy cd 4.0

gli mp3 te li converte direttamente in cda

velocita’ uno dall’altro mai controllata
ma mi pare piu’ veloce nero


#9

winoncd 3.8 power edition ha anche un editor per le tracce musicali…ottimo!


#10

X Venerdi:

Ma Feurio, non masterizza e basta?

Sinceramente tutte ste grandi differenze non le noto (probabilmente non ho l’orecchio affinato), ma sinceramente la maggior parte della gente ha stereo compatti che a qualità lasciano molto a desiderare. Altri fattori che entrano in gioco sono eventuali equalizzazioni, qualità dei cavi e sopratutto qualità di origine dei brani. Ascolto per lo più musica metal, e quindi di registrazioni da urlo se ne sentono poche, ma mi pare che anche dischi di personaggi più in voga e + famosi non sempre sono impeccabili. Quanti origininali hanno scorregge, tic, rumore di fondo e quant’altro!!!

Visto che non sono molto afferrato sui sistemi hi-fi, potresti dirmi che cos’è un impianto Hi-end?

Attualmente possiedo un impianto Technics con pezzi separati (sintoampli, cd e doppia piastra), e sono molto contento delle sue prestazioni, ma dovrei cambiare le due casse laterali anteriori (recuperate da un vecchio stereo e ormai non molto funzionanti), cosa mi consiglieresti di comprare senza spendere troppi soldi?

Il mio sintoampli è un vecchio SA-AX710 (60wx5)


#11

Sul sito di R3Mix, sono presenti numerosi test di paragone effettuati con l’analizzatore di CoolEdit Pro, ma da quello che mi risulta, CoolEdit Pro, per poter decodificare gli MP3 necessita di un filtro, che utilizza il codice Fraunhofer, utilizzando questo filtro, la qualità dell’MP3 non cambia? Cioè se io “comprimo” un brano in MP3 con L.A.M.E., ma poi per analizzarlo devo “decomprimerlo” con Fraunhofer non otterrò mai un audio che rispecchia l’MP3 di partenza! Giusto?

occipiter


#12

x Emperor

Seguo il tuo post…

“Ma Feurio, non masterizza e basta?”
No, puoi tramite il trax editor modificare controllare, e/o modificare inizi e finali delle varie tracce. Volendo decomprime e/o converte files ed è anche, tra le altre cose, un correttore di amplitude, anche se il cool edit su questo aspetto è veramente eccezionale.

“la maggior parte della gente ha stereo compatti che a qualità lasciano molto a desiderare”
Non lo metto in dubbio, ma ciò non significa che non vi siano differenze nei cd, originali o non, e che queste non possano essere avvertite ed apprezzate.

“Altri fattori che entrano in gioco sono eventuali equalizzazioni, qualità dei cavi e sopratutto qualità di origine dei brani”
Hai ragione; è chiaro che però le differenze dovute ad elementi apparentemente secondari come i cavi le senti solo se tutti gli altri componenti sono ad un livello adeguato. E’ come per i pc; che te ne fai di di un masterizzatore 16x, su un 486? Riusciresti forse a masterizzare a 2x. Non lo apprezzeresti.
Per hi-end si intendono gli apparecchi “oltre” l’hi-fi, come caratteristiche di costruzione e prestazioni. Qui il discorso sarebbe lungo. Ho sempre avuto l’hobby della musica e ho cercato di evolvere l’impianto, più o meno come cerchiamo tutti di migliorare i nostri pc. I sistemi hi-end sono molto semplici e costosi (il principio è che non alterino il suono), per cui sono normalmente privi di controlli di tono, pre separato dal finale, lettore cd in due telai (lettore e convertitore) ecc, e non perdonano sbavature. I cd registrati male sono insentibili. Ci si accorge di tutto.

Non mi sento di darti i consigli che chiedi. Nel momento in cui vuoi apportare modifiche e le casse non “nascono” per il sintoampli cui vuoi accoppiarle, c’è purtroppo solo un modo, fare delle prove, anche se capisco che è difficile. Voglio dirti un’ultima cosa. Anche a me piace il metal (fra le altre cose), ed è vero che spesso per ragioni economiche i cd di questo tipo lasciano a desiderare quanto a qualità , ma anche qui le differenze le puoi sentire. Comunque è tutto opinabile; per assurdo, un impianto scadente ti impedisce di sentire le magagne che spesso stanno nella registrazione di questi cd, equalizzati spesso in maniera abominevole.

x Occipiter
Fai delle prove… e aguzza le orecchie. Non c’è altro modo. Ricordati poi che a meno che non sia tu a fare l’mp3 dal cd, quelli che scarichi da Napster li ha fatti qualcun altro, campionando spesso a cavolo, o modificando qualche parametro (per esempio il riverbero), e tu se non hai un originale per fare il paragone (alla faccia di tutti i tracciati che ti pare), non te ne accorgi.