Cosa intendete per "buffer alto"?

vbimport

#1

I Verbatim TYG03 di cui parlavo in post precedenti li sto masterizzando TUTTI con Buffer a 100%(99 per qualche rarissimo e brevissimo attimo)e,cosa mi par d’aver capito più importante…Device Buffer sempre compreso tra 94 e 100%
Sto masterizzando a 8x con Pioneer 112D.
E’ un buon risultato,quindi vado avanti così,oppure no?
Grazie
P.S.Ho appena masterizzato uno dei Sony 16D pure già da me menzionati…non so come mai ma ha fatto il tutto a 4x(unica velocità supportata secondo IMG Burn9…dovrei arrabbiarmi con chi li ha venduti come 16x o c’è un qualche problema di incompatibilità ,che voi sappiate?).Con Device Buffer compreso tra 96 e 100(più spesso a quota 100 rispetto ai Verbatim mast. a 8x)


#2

Il buffer deve sempre restare a 100%,ogni oscillazione (anche lieve)consiste in un problema di trasmissione dati dal disco fisso (programmi in backround o altro) e causa errori di scrittura.
Il device buffer è invece relativo.
Ogni masterizzatore si comporta in modo a se stante, in alcuni oscilla anche sotto a 80/85% in altri resta piu’ alto ma non comporta problemi.
Il problema riscontrato con i Sony è che,probabilmente, non sono supportati bene dal firmware del tuo masterizzatore o hanno qualche problema per cui il mast sceglie di masterizzarli a 4x considerando che sia la velocita’ massima consentita per masterizzarli con meno errori(problemi di calibrazione o altro)


#3

[QUOTE=batmax;2000512]Il buffer deve sempre restare a 100%,ogni oscillazione (anche lieve)consiste in un problema di trasmissione dati dal disco fisso (programmi in backround o altro) e causa errori di scrittura.
Il device buffer è invece relativo.
Ogni masterizzatore si comporta in modo a se stante, in alcuni oscilla anche sotto a 80/85% in altri resta piu’ alto ma non comporta problemi.
[/QUOTE]

Non sono del tutto daccordo. Questo punto di vista è un po’ estremo :flower:

Durante la masterizzazione ci sono due buffer: uno è quello del disco rigido da cui provengono i dati da masterizzare, e l’altro è il buffer del masterizzatore.

[B]Il flusso dati che non si deve mai interrompere è quello del masterizzatore.[/B] Questo buffer, durante la scrittura, di solito oscilla sempre ma questo, come ha già detto batmax, dipende dal masterizzatore. In alcuni modelli (soprattutto quelli che lavorano in UDMA4) il buffer di solito (ma non sempre, dipende moltissimo anche dalle strategie di scrittura e dalla quantità di calibrazioni che il laser esegue durante la scrittura) oscilla di meno, ma piccole oscillazioni (diciamo tra il 70 e il 100%) non compromettono la qualità della masterizzazione.

I guai cominciano quando il buffer del masterizzatore comincia a svuotarsi troppo. Se il drive è costretto a spegnere il laser e poi a riaccenderlo, allora cominciano a formarsi degli errori sul disco in quei punti in cui il laser è stato spento e poi riacceso (errori che ovviamente non si verificherebbero se il laser restasse acceso per tutta la durata della masterizzazione).

Il buffer del disco rigido, invece, può oscillare senza conseguenze [B]fintanto che il buffer del masterizzatore rimane sempre pieno (o comunque finché le oscillazioni rimangono nella norma).[/B] Infatti, se per qualche motivo il disco rigido deve mandare dati a qualche altra periferica, e quindi deve interrompere temporaneamente l’invio dei dati al masterizzatore, il disco rigido comunue è una periferica abbastanza veloce da rimediare in fretta alla breve interruzione, e quindi nella maggior parte dei casi è in grado di fronteggiare più richieste contemporaneamente. Tanto più il disco rigido è veloce (e tanto più veloce è l’interfaccia a cui è collegato e tanto più grosso è il buffer interno del disco rigido stesso), tanto più piccole sono le oscillazioni del buffer durante la masterizzazione.

Se però l’invio dei dati al masterizzatore viene interrotto per troppo tempo (ad esempio, copiare file dallo stesso disco da cui si masterizza proprio nel momento in cui si masterizza, specialmente se si tratta di molti file di piccole dimensioni sparsi dappertutto su un disco molto frammentato), allora il flusso dati verso il masterizzatore rischia di essere compromesso e la probabilità che il buffer del masterizzatore si svuoti troppo diventa molto alta. E in quel caso, il masterizzatore potrebbe essere costretto a spegnere il laser durante la scrittura con le conseguenze che sappiamo già .

Ecco quindi perché conviene sempre masterizzare da un disco diverso (da notare: dico [B]da un disco[/B] diverso e non [B]da una partizione[/B] diversa dello stesso disco) da quello in cui è installato il sistema operativo, e perché conviene sempre evitare l’uso di applicazioni che facciano un accesso esagerato al disco rigido da cui si masterizza (gli esempi più importanti sono una scansione antivirus e il torrent o il mulo).

Una piccola precisazione: non è indispensabile staccare totalmente l’antivirus mentre si masterizza: è sufficiente evitare di fare una scansione dei file mentre si masterizza.


#4

Hum sono in disaccordo parziale stavolta.
D’accordo che nessun flusso si deve interrompere mai. E nessun buffer tanto meno.
Ma quando hai il buffer oscillante(non il device del masterizzatore) hai sempre riscontro di errori.
Con il device buffer oscillante praticamente mai.
L’interruzione è si un’altra cosa.
Ma io, per tutte le prove che ho fatto, quando ho avuto il buffer (non il device buffer) che mi è sceso e poi risalito(provato apposta con backround tosti),li c’è sempre stata la costante di picco di errori sul disco.
Poi siccome il buffer del masterizzatore,salvo rarissimi casi tra i quali il Samsung, oscilla sempre comunque ed è difficilmente sempre al massimo costante, ecco perchè il buffer del disco rigido deve essere sempre su.
L’interruzione è,ovviamente, un altro paio di maniche.
Sempre a mio parere eh:flower::flower:
P.s. per errori di scrittura intendevo aumento di errori PIf:p:flower:

Pienamente d’accordo sull’utilizzo dei due dischi,uno per i dati.
Qualche volta un filino(non molto un filino) di disaccordo lo troviamo anche io e Geno ehehehe:p


#5

Se hai riscontrato un aumento degli errori durante le oscillazioni del buffer del disco rigido secondo me è perché anche il buffer del masterizzatore si svuotava troppo.

Bisogna vedere se quello che si vede nella finestra di imgburn corrisponde effettivamente alla situazione in tempo reale. Infatti, il contenuto della finestra non viene aggiornato in tempo reale, ma solo ad intervalli di tempo.

Potrebbe succedere infatti che, mettiamo come esempio, il contenuto della finestra viene aggiornato a intervalli si 2 secondi (ho detto un valore a casaccio in realtà non ho idea di quanto sia il valore reale). Se si verifica uno svuotamento del buffer HDD immediatamente prima che la finestra venga aggiornata, lo svuotamento del buffer del masterizzatore non viene visualizzato anche se si verifica ugualmente. E questo può generare confusione facendo credere che il buffer HDD si sia svuotato ma il buffer del masterizzatore sia ancora pieno quando in realtà si è svuotato.


#6

Questo potrebbe essere.
Diepnde tutto da che refresh ha Imgburn.
Se invece siamo in tempo reale o quasi,allora c’è da pensarci.
Pero’ anche nei casi di refresh,questa è una domanda, prima o poi dovrebbe anche corrispondere uno svuotamento del device buffer con cio’ che viene visualizzato, non credi?
Fra un po’ fondiamo:p:p:flower:


#7

Il fatto è che il buffer del disco rigido fa da buffer a quello del masterizzatore. Se quello del disco rigido oscilla, questo non implica automaticamente oscillazioni del buffer del masterizzatore.

E’ per questo che mi riesce difficile capire come mai le oscillazioni del buffer del disco rigido possano influenzare quelle del buffer del masterizzatore se il disco rigido è comunque abbastanza veloce da riprendersi.

Se il buffer del masterizzatore si dovesse svuotare, fra parentesi, imgburn nella finestra di log lascia un messaggio ben chiaro che dice che il laser è stato spento. In quel caso quindi si spiega l’aumento degli errori sul disco.

Se il buffer del disco rigido è il solo a svuotarsi mentre quello del masterizzatore rimane pieno, invece, la masterizzazione non si ferma totalmente.

Se il buffer oscilla ma quei messaggi non compaiono, allora secondo me non c’è la possibilità che questo influisca sul numero di errori riscontrati sul disco




#8

Perfetto analisi perfetta.Concordo, in teoria è cosi’.
Sta di fatto che le uniche volte che ho provato a “forzare” quel tipo di attivita’ per avere un riscontro (poi mi direte che sono pignolo:p:p),mi sono segnato i punti precisi dove notavo un’oscillazione anomala del buffer del disco rigido (rispetto al solito,che nel mio caso è costantemente fisso al 100%) riscontravo poi in fase di scansione negli stessi punti degli accumuli di errori a volte impensabili pur avendo usato supporti testati bene.
A volte da disco illeggibile.
E sto parlando di oscillazioni anche solo al 90%(a volte di piu’) per risalire subito.
So che puo’ sembrare strano.
Ma se non sono coincidenze(e ho fatto piu’ prove),qualcosa dovra’ significare.
Se poi non è significativo,comunque è un’esperienza che posto perchè penso sempre sia utile condividere quello che succede anche se poi non è detto che possa fare fede assoluta:p:flower:

Comunque tranquillizziamo il nostro amico Braveheart.
Buffer alto=sempre buono
Ai valori che hai postato tu sei a postissimo:iagree::iagree:


#9

Geno, prova da box esterno per quei valori?:wink:


#10

[QUOTE=batmax;2000734]Geno, prova da box esterno per quei valori?;)[/QUOTE]

Non esattamente. Ho fatto fare il force-recheck con il torrent di un file da 4 GB (una distribuzione di Linux che ci crediate o no ;)) mentre masterizzavo :bigsmile:

La vuoi vedere una cosa sconvolgente? Questa è la scansione di quel disco :eek:

Dopo tutti sti discorsi sul buffer il disco è venuto perfettamente lo stesso :doh:



#11

e questo la dice lunga…!!


#12

[QUOTE=batmax;2000734]Geno, prova da box esterno per quei valori?;)[/QUOTE]

ragazzi scusate la mia ignoranza,ma per box esterno si intende quello che diceva geno,cioe’ prendere i dati da masterizzare da un disco rigido diverso da quello in cui e’ installato il sistema operativo???


#13

No,intendevo proprio dal box esterno in cui si alloggia un masterizzatore che non viene installato sul pc


#14

Geno,ho visto le altre scansioni di quei dischi.
eheheheh,forse ti conviene provare a masterizzarli sempre cosi’:p:p:p


#15

Tanto per la cronaca vi scrivo che le rarissime discese(di una frazione di secondo,però)del buffer da 100 a 99% non sono poi così rare…
L’ultima masterizzazione l’ho analizzata dall’inizio alla fine e ne ho contate 23…


#16

[QUOTE=Braveheart23;2003977]Tanto per la cronaca vi scrivo che le rarissime discese(di una frazione di secondo,però)del buffer da 100 a 99% non sono poi così rare…
L’ultima masterizzazione l’ho analizzata dall’inizio alla fine e ne ho contate 23…[/QUOTE]

ciao :slight_smile:
sinceramente,almeno quello che capita a me,il buffer rimane sempre fisso al 100%…quelle poche volte,ma veramente poche,in cui scende a 99%,non capita piu’ di 2 volte nel corso della masterizzazione…ma 23 mi sembrano molte…
ora puo’ anche darsi che non sia influente,daltr’onde come geno ha detto l’importante e’ che non si svuoti completamente il buffer,quindi da 100 a 99 non dovrebbe significare niente di preoccupante…
una cosa che mi viene da domandare e’ se il buffer e’ propio di ogni programma di masterizzazione…cioe’ il buffer usato da nero e’ lo stesso usato da imgburn??