Cosa ci riserva il futuro nel campo del data storage?

Al giorno d’oggi credo che sia diventato un problema di tutti quello di trovare un modo affidabile di conservare i propri dati. Infatti oggi come non mai è diventato facile accumulare dati tipo foto, film, musica, ecc.

Una volta (e nemmeno così tanto tempo fa) i ricordi più cari come le fotografie venivano conservati gelosamente in appositi album, bene al riparo dalla polvere, e sappiamo benissimo che le fotografie sono in grado di resistere per almeno un secolo.

E se la foto si rovina c’è sempre il negativo, anche quello gelosamente conservato, col quale si può stampare nuovamente la foto. La pellicola fotografica, quindi, è un ottimo modo per conservare i ricordi.

Eppure, al giorno d’oggi le fotografie non vengono più stampate come una volta. Con le macchine fotografiche digitali sono sempre meno (a parte i puristi e gli appassionati) quelli che usano la pellicola per le fotografie.

Il discorso non si limita però alle foto, ma anche a qualsiasi altro dato digitale che produciamo con le videocamere, il cellulare, o scarichiamo da internet… insomma qualsiasi cosa che al giorno d’oggi conserviamo nel computer.

Vi starete chiedendo dove voglio andare a parare… :bigsmile:

Il punto è: come faremo a conservare i nostri dati nel tempo? Le alternative affidabili e sufficientemente economiche da essere alla portata di tutti disponibili attualmente non sono poi così tante :doh:

Non è un segreto che la tecnologia di data storage sui supporti ottici sembra destinata a sparire nel giro di pochi anni. Già è diventato difficile riuscire a trovare dei CD di qualità , e i masterizzatori DVD (almeno quelli buoni) stanno cominciando a diventare sempre più difficili (e costosi) da trovare (prima i BenQ, poi i Plextor, poi i liteon e ora anche i Pioneer).

Non sappiamo ancora se il successore del DVD, il famigerato Blu-ray, sarà realmente affidabile nel tempo o se, come accade adesso per i DVD, solo una o due marche produrranno dischi affidabili mentre tutto il resto produce schifezze.

Qualcuno dice che il modo migliore per conservare i dati sono gli hard disk, ma a me non sembra realmente una soluzione affidabile.

Facciamo un esempio. Immaginiamo di voler conservare la nostra collezione di film su un HDD. I prezzi degli HDD da 1TB ormai sono diventati abbordabili, ma voi vi fidereste a buttare via i DVD originali per tenere solo un singolo HDD?

Certo, un HDD occupa pochissimo spazio, molto meno di una collezione di DVD, ma che succede se il disco rigido si rompe? Succede che in un colpo si perderebbero tutti i film. Se si graffia un disco, invece, si perde un solo film, ma tutto il resto rimane intatto.

Allora qual è il modo migliore per conservare grandi quantità di dati in modo ragionevolmente sicuro ed economicamente conveniente per un periodo di almeno diversi anni?

Come si fa a fidarsi di mezzi sempre più capienti ma che se si rompono fanno perdere in un colpo solo una quantità sempre maggiore di dati?

Le memorie Flash sembrano un’ottima soluzione. In teoria uno potrebbe salvare un film in una pennina USB da 8 GB (ormai sono diventate abbastanza comuni da trovare in giro), ma una pendrive da 8GB costa tantissimo (almeno una ventina di euro contro i 30 centesimi di un DVD a singolo strato o il paio di euro di un DVD DL)… E inoltre nemmeno le memorie flash sono esenti da rischi: masta che un singolo chip si rompa che tutti i dati vengono persi. Insomma anche in questo caso basta che si danneggi una roba microscopica per perdere di colpo tutto quanto…

Quindi, nemmeno le memorie flash sono la soluzione. Secondo me, allo stato attuale i DVD rimangono la soluzione migliore eppure questa tecnologia sembra destinata a sparire lentamente e in silenzio :doh:

Quali sono le vostre opinioni? Qualcuno ha letto qualche novità interessante da qualche parte? Cosa ci riserva il futuro? Dispositivi ancora più capienti ma allo stesso tempo sempre più delicati che in caso di rottura causano la perdita di quantità sempre maggiori di dati? :eek:

Ne parlano su pc proof del mese scorso,l’argomento è interessantissimo,poi cerco e vediamo cosa dicono in maniera corretta,sentiamo un parere autorevole
Pero’ io credo una cosa semplicissima,ma magari stupida da dire.
Se si fosse fatto un lavoro di sviluppo,ricerca,studio su tecnologie,materiali e quant’altro, credo che i dvd avvrebero avuto la capacita’ di diventare industruttibili e duraturi piu’ di qualsiasi altra tecnologia. Proviamo invece a pensare da quanto sono abbandonati a se stessi,hanno aumentato le velocita’ 5/6 anni fa ai 16 mantenendo gli stessi materiali. Li secondo me potevano fare tantissimo,evidentemente il mercato ha fatto si che non fosse conveniente agire in tal senso,ma io sono convinto che era una cosa fattibilissima

Quello che dici sull’inaffidabilità degli hdd può essere vero, anche se io ho decine di hdd di tutte le marche e, finora (sgrat sgrat :bigsmile:), non se ne è mai rotto nemmeno uno. In ogni caso, credo che, se i dati importanti li copi su almeno due diversi hdd, prescindendo da furti e calamità , le probabilità di perderli tendano a zero :iagree:

Vero Max ma il problema è: hai supporti duraturi con gli Hd? lo sono finchè tengono e finchè non travasi e ne devi tenere 2,ma il vero nocciolo,secondo me, è archiviare e non pensarci piu’,avere il supporto “definitivo”,credo che questo intendesse geno

Sì, forse geno intendeva quello, ma penso che il supporto definitivo non esista e, forse, non esisterà mai :sad:

Non esistera’ mai perchè rischierebbero poi di saturare il mercato,invece qui hanno dei “cretini” che ogni tot i rifanno i loro archivi e spendono soldini per usare nuovi supporti, vuoi mettere?:bigsmile:

Il mio dubbio sugli HDD non è circa la loro robustezza. I componenti dedicati per i server certamente sono molto robusti, e ovviamente costano di più dei prodotti consumer (ettepareva :doh:) e io sarei pure disposto a spendere qualche soldino in più se avessi la certezza che il disco mi durerà per degli anni senza problemi.

Il mio dubbio riguarda il fatto che fare affidamento su un supporto molto capiente è un azzardo, perché per quanto robusto possa essere prima o poi si rompe. Se si scassa un DVD si perdono 4 GB di dati (se il disco era pieno), ma se si scassa un HDD si perde 1TB di roba :doh:

A meno che uno non faccia backup di tutto il contenuto del disco a intervalli di 3-4 anni gli HDD non offrono una garanzia maggiore di durata nel tempo :frowning: E non sono nemmeno sicurio che comprare un disco nuovo ogni 3-4 anni sia economicamente conveniente.

Inoltre, non è nemmeno detto che se un HDD lo usi poche volte sia al sicuro da rotture. Le parti meccaniche degli HDD secondo me a tenerli fermi dentro un cassetto si rompono ugualmente (è un po’ come tenere l’automobile sempre ferma in garage… il motore si rovina anche se sta sempre fermo)

A complicare le cose c’è il fatto che non si possono fare due conticini per vedere quanto costa rifare i DVD e confrontarli con l’acquisto di un HDD nuovo a intervalli regolari di tempo. Infatti, non sappiamo quanto potrebbe durare un DVD nel tempo: alcuni dopo 7-8 anni sono ancora perfettamente leggibili, altri dopo 2-3 anni sono da buttare via.

Stesso discorso vale per gli HDD: potrebbe durare 10 anni come potrebbe durarne solo uno :doh:

Quanto meno, però, per i DVD c’è il modo di accorgersi in tempo se sta per rovinarsi: facendo il TRT (o semplicemente cercando di leggerlo) si può vedere se il disco è diventato difficile da leggere. In quel caso, si rimasterizza e il gioco è fatto. Ma come si fa ad accorgersi quando un HDD comincia a rompersi? In genere uno se ne accorge solo dopo che è già scassato, e quindi è già troppo tardi recuperare i dati :doh:

e il problema vero è che se sei sfigato ti si puo’ rompere anche dopo 5 minuti…senza preavviso

[QUOTE=batmax;2448300]e il problema vero è che se sei sfigato ti si puo’ rompere anche dopo 5 minuti…senza preavviso[/QUOTE]

MaX ha già risposto in merito…

[QUOTE=MaX.;2447964](sgrat sgrat :bigsmile:)[/QUOTE]

:bigsmile:

Giuroooooooooooooooo
non gliela stavo tirando:bow::p:p

Avete mai notato come sia difficile digitare sulla tastiera e manovrare il mouse con una mano sola?

Siete veramente cattivi! :sad:

Io preferisco gli hdd, anche perchè posso tenere tutto su un disco, che mi porto dietro quando vado in vacanza, mentre sarebbe un po’ scomodo portarsi dietro 2TB di dvd :bigsmile:

Il disco in questione è uno di quelli da 2.5"?

I dischi dei computer portatili in genere sono un pelino più rousti di quelli da desktop, perché possiedono dei meccanismi contro gli scossoni a cui tipicamente è soggetto un computer portatile.

Però oltre ad avere una capacità inferiore hanno anche un prezzo maggiore :doh:

L’idea di conservare i dati su HDD non dispiace nemmeno a me, ma rimane la paura che se qualcosa va storto si perde tantissima roba in un colpo solo, mentre se si scassa un DVD tutti gli altri dischi rimangono usabili.

E’ questo secondo me il difetto delle memorie di massa così capienti: la maggior quantità di dati che si possono perdere in un colpo solo. E’ per questo che io dico che conviene sempre avere una copia di emergenza su DVD di tutto il contenuto degli HDD :slight_smile:

No, volendo tenere (per comodità ) tutto in un unico disco, mi devo rivolgere ai 3.5", perchè un 2.5" non sarebbe abbastanza capiente :frowning: Ovviamente, proprio per il fatto di voler tenere tutto in un solo disco, ho due copie su dischi esterni, più quella sui dischi del pc e, ogni volta che i miei dati superano la capienza di tali dischi, devo rimpiazzare tutto con nuovi dischi più capienti (Ne ho appena ordinati due da 2TB). Le comodità si pagano :bigsmile:

Addirittura due dischi da 2 TB? :eek: ma sei sicuro di averli visti bene i prezzi? :bigsmile:

Costano 170€ (l’uno): circa il doppio di quelli da 1TB. Per una trentina di € in meno, si trovano anche dei 2TB esterni con dentro 2 dischi da 1TB, ma la portabilità va un po’ a farsi benedire (sono spessi una spanna) e anche l’aerazione non credo sia il massimo…

Eppure io continuo a pensare che mettere tutto su un singolo disco sia un azzardo. Secondo me era meglio prendere 4 dischi da 500 GB :slight_smile:

Magari di quelli da 2.5", che non richiedono alimentazione esterna e sono piccini abbastanza da essere facilmente trasportabili.

Be io capisco ma a volte è la praticita’ che ti frega.
A me svariate volte,sia in macchina per i bimbi, che per motivi miei,mi serve un dvd da vedere al volo sul portatile,di certo non potrei ogni volta collegare un hd o continuare a portarmelo dietro con conseguenti urti e scossoni quanto mi serve da far veloce, La praticita’ ci fa un pochino a pugni in questi casi

[QUOTE=geno888;2449056]Eppure io continuo a pensare che mettere tutto su un singolo disco sia un azzardo. Secondo me era meglio prendere 4 dischi da 500 GB :slight_smile:

Magari di quelli da 2.5", che non richiedono alimentazione esterna e sono piccini abbastanza da essere facilmente trasportabili.[/QUOTE]

Non voglio per forza avere ragione :bigsmile:, ma se ho tre copie di tutto (su tre dischi diversi), non capisco dove stia l’azzardo :disagree:

ahahaha ,io non potrei comunque.mi servirebbero 6 dischi da 1 Tb solo per una copia di archivio, impossibile salvarli cosi’ per me e poi avere praticita’