Come creare un CD audio con ImgBurn

In questa guida vedremo un modo semplice ma molto efficace di creare CD audio contenenti la musica scelta da noi, cioè quella che comunemente in lingua anglosassone viene chiamata “compilation”.

Prima di iniziare occorre procurarsi il materiale necessario.

Cosa ci serve:

[ol]
[li]I CD da cui prendere la musica
[/li][li]Exact Audio Copy (EAC)
[/li][li]ImgBurn
[/li][/ol]

Entrambi i software sono gratuiti, e si possono scaricare dai rispettivi siti (basta cliccare sul link).

Una volta scaricati e installati entrambi, siamo pronti per cominciare :slight_smile:

[B]Fase 1 - Estrarre la musica dai CD originali.[/B]

Premesso che abbiate già fatto una lista della musica che volete mettere nella vostra compilation e che abbiate già sottomano i CD originali, come prima cosa occorre estrarre le singole tracce audio dai CD e salvarle temporaneamente sul disco rigido. A questo scopo useremo EAC.

Una volta eseguito EAC, inseriamo il CD originale nel drive e aspettiamo che il programma analizzi il contenuto del disco. Di seguito è riportato un esempio di ciò che vedremo:

Se disponete di una connessione internet, premendo i tasti [B]ALT + G[/B] EAC cercherà su freedb i titoli delle tracce e inserirà tutte le informazioni automaticamente. Selezionate col mouse le tracce che volete inserire nella compilation (nel seguente esempio solo la traccia numero 4)

poi cliccate col tasto destro e selezionate il menu come da figura, oppure potete direttamente premere il tasto [B]F5[/B]. Come potete vedere nell’immagine

Il programma creerà automaticamente il nome del file in base alle informazioni precedentemente scaricate da freedb.

Al termine dell’operazione ecco quello che compare:

e premendo OK avremo

Nelle figure sopra riportate ho selezionato solo un singolo brano, ma chiaramente se sul CD i brani che volete estrarre sono di più prima di premere [B]F5[/B] occorre selezionare tutte le tracce desiderate.

Tutte le operazioni sopra descritte vanno ripetute per ogni CD da cui volete prelevare i brani da inserire nella compilation. Un’operazione un po’ noiosa, ma necessaria.

[B]Nota[/B]: Se invece di una raccolta di brani presi da vari CD volete fare una copia di tutto il CD per ascoltarlo con l’autoradio senza rovinare il disco originale, anziché selezionare le singole tracce basta premere il pulsante [B]IMG[/B] che si trova nella parte sinistra della finestra di EAC

In questo modo, invece delle singole tracce verranno salvati sul disco rigido due file: un grosso file [B]WAV[/B] contenente tutta la musica del disco originale e un piccolo ma importantissimo file [B]CUE[/B]. In questo caso, al termine delle operazioni potete passare direttamente alla fase 3.

[B]Fase 2 - Preparazione della compilation[/B]

A questo punto entra in gioco [B]ImgBurn[/B]. Una volta eseguito il programma, bisogna selezionare la modalità [B]WRITE[/B].

La freccia nella figura indica il pulsantino che occorre premere per passare alla fase successiva: [B]la creazione del file CUE[/B].

In questa nuova finestra occorre inserire tutte le singole tracce che erano state estratte precedentemente dai CD originali. Si può fare in due modi: trascinare col mouse le tracce dalla directory in cui erano state salvate dentro la finestra, oppure usare il pulsante indicato dalla freccia.

Una volta che le tracce desiderate sono state inserite nella lista avremo quanto segue (la figura è solo un esempio)

L’indicatore verde indica il riempimento del disco. Chiaramente è possibile inserire solo una quantità limitata di brani dentro la compilation visto che il CD ha una capienza limitata.

Nella parte bassa della finestra è possibile inserire alcune informazioni supplementari riguardanti la funzione CD-Text, cioè oltre alla musica verranno inseriti nel CD anche i titoli delle singole tracce e del disco, in modo da poterle visualizzare sul display dell’autoradio.

[B]Importante[/B]: questa funzione non è supportata da tutte le autoradio, quindi è possibile che pur avendo impostato correttamente tutte le opzioni l’autoradio non mostrerà i titoli dei brani.

Per impostare il titolo del CD per prima cosa bisogna selezionare nella parte alta della finestra Disc, e poi in basso va selezionato Custom, e infine va inserito il testo che volete far visualizzare sul display della radio.

La stessa operazione va ripetuta con tutte le singole tracce. Per evitare di inserire manualmente tutte le informazioni delle tracce, è possibile fare in modo che ImgBurn lo faccia automaticamente. A questo scopo occorre selezionare l’opzione Tag oppure File Name invece di Custom. Importante: l’opzione tag funziona solo se EAC aveva recuperato le informazioni su freedb e le aveva inserite nel file salvato sul disco rigido, altrimenti i testi vanno inseriti manualmente per ciascuna traccia.

Un’altra cosa che è possibile fare in questa finestra è cambiare l’ordine con cui verranno masterizzate le tracce sul CD. Basta selezionare le singole tracce una per volta e poi coi tasti che si trovano nella parte destra della finestra cambiare l’ordine a piacimento.

Una volta terminate le operazioni è sufficiente premere il pulsante OK e scegliere la directory dove salvare il file CUE.

[B]Fase 3 - Masterizzazione del CD[/B]

Per masterizzare il CD non occorre fare altro che selezionare il file [B]CUE[/B] appena creato con ImgBurn sempre utilizzando la modalità [B]WRITE[/B].

Inserite un CD vuoto nel masterizzatore, selezionate la velocità di scrittura (secondo gli esperti [B]non più di 16x[/B] per i CD audio), e aspettate che la scrittura sia terminata.

[B]Nota[/B]
Come già detto sopra, se invece di una raccolta di brani presi da vari CD avevate creato una copia di tutto il disco, i passaggi della fase 2 si possono saltare interamente. Infatti il file CUE era stato già precedentemente creato da EAC. Quindi, è sufficiente aprire il file CUE con ImgBurn e masterizzare il CD.

Buon ascolto :smiley:

[B]Nota finale[/B]

Alcune autoradio sono estremamente schizzinose, e per quanto si seguano tutte le procedure con scrupolosità i CD masterizzati proprio non li leggono. In questo caso, la colpa è dell’autoradio (o dei dischi di qualità troppo bassa), non del software nè della procedura sopra descritta.