Che differenza c'è tra +R e -R?

vbimport

#1

Mi piacerebbe proprio sapere le differenze costruttive fra un -r e un +r…i materiali dovrebbero essere identici, quindi certe “idiosincrasie” sembrano davvero un po’ “capricciose” a meno che non esistano proprio differenze meccaniche…:confused:


#2

Sono diversi. I formati sono stati studiati in modo diverso e difatti lo è anche se di poco anche la capienza. Difatti i +r nacquero come un formato tecnologicamente ,se cosi’ si puo’ dire, piu’ avanzato e gli stessi lettori dvd dell’epoca avevano difficolta’ di lettura a questo nuovo tipo di formato, quindi ovvio che anche la scrittura richieda una metodologia diversa.
e qui una dicitura che esplica di piu’ di quanto non faccia. io presa da Wilkipedia:

" A differenza del DVD+R, il DVD-R deve essere finalizzato per la lettura su drive esterni e non ha il sistema ADIP di tracciamento e di controllo della velocità , il quale rende il DVD+R meno suscettibile di errori."


#3

Ah…ecco: se ho ben capito, probabilmente è proprio l’ADIP che rende migliori e più sicuri i +r, e conseguentemente la lettura, anche nelle scansioni, è migliore…


#4

Ho spostato alcuni post in un thread a parte :slight_smile:

I due formati di DVD sono diversi sotto molti punti di vista per quanto riguarda le specifiche tecniche del formato.

Viste le grandi differenze nelle scansioni, presumo (ma non ne sono del tutto certo) che anche la composizione chimica del substrato masterizzabile sia differente.

Maggiori dettagli si possono trovare nella wikipedia

Visto comunque che il formato +R prevede nelle specifiche un sistema più efficiente per la gestione degli errori, e visto che le scansioni servono proprio per avere un’idea della quantità di errori sul disco, questo potrebbe spiegare la grande differenza tra i due tipi di supporto. Però è solo una mia ipotesi (la materia è troppo tecnica per me :o)