Banda di LADRI LEGALIZZATI!

vbimport

#1

http://www.telecomitalia.it/quantocosta/1luglio.it.shtml

Inorridite con me. La cosa e’ passata sotto scandaloso silenzio!!

Ragazzi, parliamoci chiaro… Non e’ che la Telecom e’ ladra e gli altri no. Sono TUTTI LADRI, dato che si mettono d’accordo x evitare di farsi concorrenza e tenere le tariffe alte (vedi anche il recente aumento delle tariffe serali nelle chiamate fisso-mobile; o la condanna a TIM e Omnitel x essersi accordate; ma gli effetti di questa “condanna” dove sono??).

Con un governo SERIO (e lo dice uno di sinistra…) e un’Autority SERIA, questo non sarebbe permesso e i pancioni che gestiscono tutte le societa’ che offrono servizi pubblici la smetterebbero di ingrassare ai nostri danni, in combutta con il potere politico.

Liberta’ di mercato = liberta’, x i produttori, di accordarsi tra loro x alzare i prezzi. Non a caso sono sempre i produttori a caldeggiarla…
Meditate gente, meditate…


#2

PIENAMENTE D’ACCORDO CON QUELLO CHE DICI MA
SE NOI ITALIANI COME AL SOLITO TACIAMO E PAGHIAMO LE COSE NON POTRANNO MAI CAMBIARE
LO SO CHE SONO LE SOLITE PAROLE PERO’ LA VOCE DI UNO NON VALE NIENTE MA COME SI DICI L’UNIONE FA LA FORZA


#3

Non mi sembra che sia proprio cosi: la liberalizzazione del mercato (quella vera) per ora in Italia non sta assolutamente avvenendo. Purtroppo, la TELECOM detiene ancora una grossissima fetta di ripetitori e ancora più grave (con una mossa che ha dell’incredibile!!) possiede le linee telefoniche in rame (di cui tutti noi paghiamo una MERDA di canone x delle linee alquanto vecchie e poco funzionali). Infatti le linee non erano dello Stato e TELECOM non gli pagava l’affitto???

Ad esempio negli USA dove la liberalzzazione del mercato funziona, tutti hanno dei collegamenti veloci, funzionali, e dalle guerre tra le varie compagnie telefoniche ci hanno guadagnato soprattutto gli utenti finali che hanno linee veloci e affidabili.

Invece noi (col nostro vizio di creare Monopoli di Stato), adesso abbiamo delle linee di merda, strapaghiamo le telefonate, ci paghiamo delle linee che non vengono nemmeno aggiornate a dovere (le fibre ottiche chi le ha inventate? Perchè non le abbiamo ancora noi?)!!!

Siamo tra i pochi che paghiamo ancora lo scatto alla risposta: vi sembra il caso?

In poche parole: speriamo nel governo Europeo.

FUCK ITALIAN SYSTEM, TELECOM E RAI…

PS. Perchè paghiamo il canone alla RAI?
PS. Paghiamo il 20% di IVA sul servizio telefonico. Se il telefono non è un bene essenziale per vivere allora mi tolgo il telefono fisso… Però poi voglio vedere come mi possono trovare o rintracciare!!! (per posta? … troppo lento, a domicilio? … non se ne parla!!!

Ciao!!


#4

Quote:

Chiamate urbane La durata dello scatto viene ridotta e passa da 220 a 110 secondi nella fascia oraria intera e da 400 a 150 secondi nella fascia oraria ridotta.

e ancora:


Questa manovra, che ha l’obiettivo di semplificare gli schemi di prezzo, verrà completata dopo l’estate.

Insultano la nostra intelligenza senza alcun ritegno…! Da denunciare (anche) x diffamazione dei propri clienti.

Ho lo schifo.


#5

Presemesso che non voglio difendere nessuna posizione, ne tantomeno TI

Ma non e’ che nessuno si e’ lamentato perche’ riferita ai telefoni PUBBLICI, ovvero le cabine telefoniche e i posti telefonici pubblici???
D’altra parte il costo dalle cabine e’ SEMPRE stato maggiore del costo da casa

Bye


#6

…AVETE VOLUTO LA BICICLETTA??..ORA PEDALATE!!!..E MEDITATE!!(IN CABINA ELETTORALE).
Chiaramente la mia è solo una battuta provocatoria!!..però ci stanno mettendo proprio a dura prova questi!!!


#7

ragazzi per me c’è una truffa legalizzata e chi controlla è comprato che ne pensate? Bè, siamo in italia…


#8

Purtroppo la tanto attesa liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni non è avvenuta. Dal 1° luglio sarebbe dovuta avvenire una svolta storica per il nostro Paese, ma come al solito è andato tutto all’aria, rinviato a quanto pare all’inizio del 2001. Come al solito noi utenti ce la siamo presa nel “solito posto”, e purtroppo c’è ben poco da fare. Non resta che aspettare, aspettare e aspettare fiduciosi nella concorrenza e nel libero mercato.

----Lectron----