Attenzione ai nuovi dischi Western Digital!

La Western Digital recentemente ha introdotto in commercio una nuova serie di hard disk con una differenza sostanziale rispetto ai dischi tradizionali.

Tutti i dischi marcati con la sigla EARS rientrano in questa categoria, per cui fate bene attenzione a cosa comprate o rischiate di trovarvi per le mani un disco inutilizzabile.

Questa nuova tecnologia si chiama “Advanced Format”, ma è possibile che produttori diversi usino nomi diversi per la stessa cosa.

In parole povere, nei nuovi dischi la dimensione dei settori non è più quella tradizionale di 512 byte ma viene aumentata a 4 kilobyte (4,096B).

Questo porterà dei vantaggi sia nella capacità massima raggiungibile dai nuovi dischi sia nella velocità dei dischi stessi. Però porta anche degli svantaggi: solo i nuovi sistemi operativi sono in grado di supportare nativamente questa nuova tecnologia, mentre il “vecchio” Windows XP (che è tuttora il sistema più diffuso e lo resterà ancora per qualche tempo) non supporta questa tecnologia.

Per poter usare i nuovi dischi con Windows XP occorre prima “istruire” XP su come gestirli, e per farlo occorre usare un tool (appositamente sviluppato dalla WD e scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale).

Per chi è interessato, maggiori dettagli si possono leggere in due articoli (in lingua inglese) che spiegano tutto abbastanza chiaramente, ma io non ci ho capito molto :doh: (ci sono dentro un po’ di dettagli tecnici non proprio semplici per i profani come me :o)

AnandTech
Hot Hardware

Occhio quindi alle sigle dei dischi che comprate :slight_smile:

Io ho comperato pochi giorni fa un WD green da 1Tb della serie EARS.
Attualmente ho WinXP, ma penso di formattare tutto (sarebbe anche ora visto il casino che ho) e passare a Win7 e quindi sfruttare appieno la nuova tecnologia della Western Digital. Per questo motivo ancora non ho montato il disco nuovo.
Mi è venuto un dubbio. Se io cominciassi a usare il disco con WinXP installando il WD allign, poi nel momento dell’utilizzo dello stesso disco con Win7 potrebbero esserci problemi? ( no perchè 1TB di roba persa mi farebbe venire un ulcera fulminante)
Io nel dubbio, come dicevo, non ho usato per niente il disco… ma mi chiedo se qualcuno ha provato.

Il software di align viene installato nel sistema operativo, e non modifica in alcun modo il disco. Quindi puoi usare il disco con XP e con 7 senza problemi :slight_smile:

Il Win 7 dovrebbe riconoscere automaticamente la formattazione. Anche io ho un disco EARS, ma non l’ho mai usato con XP quindi non posso dare la certezza assoluta :frowning:

diciamo che io sono passato a seven x64 appena in tempo :stuck_out_tongue:

per quanto mi riquarda niente più caviar green (EARS), ora ho preso un Black sata3 64mb buffer (FAEX) ma col ponticello su 5-6 l’ho portato a sata2 visto che la mia mobo non lo supporta il sata3

inoltre i black hanno 5 anni di garanzia del produttore (come coi velociraptor)
mentre i green e i blue 3 anni

ho venduto i green che avevo e non ci penso più :smiley:

P.S. sbaglio o gli Elements (hd esterni) contengono dei banali caviar green?

[QUOTE=the boy;2561941]
P.S. sbaglio o gli Elements (hd esterni) contengono dei banali caviar green?[/QUOTE]

Credo che dipenda dalle partite di produzione. Magari quelle meno recenti contengono dei dischi Caviar normali, mentre quelle più recenti contengono i Green Power.

Sul sito WD non vengono riportati questi dettagli, per cui bisognerebbe cercare su qualche sito che pubblica le recensioni (che spesso aprono i box per mostrare il disco all’interno).

[QUOTE=geno888;2561956]Credo che dipenda dalle partite di produzione. Magari quelle meno recenti contengono dei dischi Caviar normali, mentre quelle più recenti contengono i Green Power.
[/QUOTE]

chiedevo perché ho preso un elements da poco e non riesco via sw a capire che HD contenga
gli elements fino a qualche tempo fa erano chiaramente dei green vecchio modello visto che mi restituiva EADS come valore
anche gli Elements di ora immagino proprio che siano dei Green solo che quelli della WD hanno ben pensato di nascondere certi valori tipo anche il buffer size (ovviamente sarà 32mb per gli hd USB2 si sa…)

Sul sito WD usano delle sigle diverse, ma dubito che usino dei dischi fatti apposta per i drive esterni.

Comunque secondo me la soluzione migliore (vista l’esperienza passata) per un disco esterno dipende dall’uso che se ne fa.

Se vuoi usarlo con una connessione USB, visto che comunque la connessione è lenta, ti conviene prendere un disco da 5400 rpm, che scalda molto meno di uno da 7200 rpm.

Se invece vuoi usare una porta USB3 o una eSATA, allora conviene prendere un disco veloce.

Purtroppo, però, spesso nemmeno questa informazione è indicata sulla confezione :doh: Ecco perché di solito io preferisco prendere un box esterno e il disco separatamente e poi assemblare il tutto :slight_smile: